Giovedi 8 Dicembre

Mondiali di pattinaggio artistico: Italia inarrestabile, sale a 31 il numero di medaglie

L’Italia conquista tre ori (nove medaglie in tutto) nella giornata di ieri ai Mondiali di pattinaggio artistico in corso di svolgimento a Novara

L’Italia conquista altri tre ori ai Mondiali di pattinaggio artistico in corso a Novara. Nove in tutto le medaglie conquistate dagli azzurri nella giornata di ieri e bottino complessivo che sale a quota 31. Il primo titolo è quello del singolo femminile, dove “la Colazione da Tiffany” della leggiadra Silvia Nemesio la spunta sulla “Frida” della campionessa teramana Debora Sbei. Ancora più schiacciante la supremazia azzurra nella gara maschile.

Luca Lucaroni è capace di riempire di 10 il tabellino dei giudici, dietro di lui si piazzano Alessandro Amadesi, divinamente interprete del brano “Van Gogh”, e il campione del mondo in carica Andrea Girotto autore di una straordinaria rimonta fino alla terza posizione. Medaglia d’argento per la coppia Junior Luca Rossetti e Alessia Orsi che precedono i portoghesi Josè Crus/Daniela Dias e l’altra coppia azzurra formata da Massimiliano Antonelli e Asia Bordon, tutti messi in fila dal duo americano Benson Kuan e Cassandra Seidan. Americani, proprio come la coppia della successiva gara senior, Jaymee Mason e Joshua Meloy. Lui a fine gara, con un coup de theatre, in ginocchio porgendole l’anello ha chiesto la mano di Jaymee. Nella coppia danza primi e secondi, come in Colombia, rimangono sempre loro: i maestosi Alessandro Spigai ed Elena Leoni che, con “Following a bird” volano a conquistare un altro oro, ed Andrea Bassi e Silvia Stibilj, gia’ campionessa nella Solo Dance a questi Mondiali. Americani, proprio come la coppia della successiva gara senior, Jaymee Mason e Joshua Meloy.

Lui a fine gara, con un coup de theatre che lascia basiti tutti, in ginocchio davanti al mondo intero ed in diretta Rai si inchina e porgendole l’anello ha chiesto la mano di Jaymee! Anche questo è Novara 2016. Forse la cronaca sportiva della gara non e’ pero’ altrettanto sorprendente perche’ anche qui facciamo una tripletta con un podio fotocopia rispetto ai mondiali di Cali 2015 tranne nella terza posizione, appannaggio dei giovani Alberto Maffei e Rachele Campagnol. Sabato, con le colorate e spettacolari gare dei Quartetti e dei Grandi Gruppi, si chiude questa edizione dei mondiali che rimarra’ memorabile per Novara e per tutto il mondo roller.