Martedi 6 Dicembre

Mondiali ciclismo: Daniele Bennati possibile arma in più per l’italbici?

Daniele Bennati conosce bene le strade e soprattutto le temperature infernali del Qatar. Che sia l’arma vincente nello scacchiere del Ct Cassani e dell’Italbici?

Matteo Tosatto e daniele bennatiÈ un mondiale di ciclismo avaro per l’Italia quello che si sta disputando a Doha, in Qatar: caldo, deserto e disidratazione le cause di questo flop azzurro finora (vedi episodio di Filippo Ganna). E’ da ricordare che l’Italia era partita bene, grazie alla medaglia vinta da Lisa Morzenti (argento nella crono femminile juniores), che però è stato l’unico successo azzurro fino ad oggi, giornata nella quale Mareczko ha conquistato un fantastico bronzo. Per il resto solo tanti piazzamenti lontani dal vertice e tanta amarezza. Il Ct della Nazionale di ciclismo Davide Cassani punta adesso tutto sulla prova in strada di domenica, gara nelle corde dell’Italbici con Giacomo Nizzolo e Elia Viviani pronti a regalare una medaglia, si spera d’oro. Ma sarà una corsa determinata molto dall’ambiente e dalle temperature. Infatti finora il caldo, le temperature asfissianti e il vento hanno caratterizzato molto le corse mondiali disputate. “In caso di vento forte, sarà un Mondiale di sfinimento, difficilissimo. Altrimenti rischia di essere noioso”, tuona il Ct come riportato da La Gazzetta dello Sport.

daniele bennati1L’azzurro Daniele Bennati ha dimestichezza con l’ambiente qatariota, infatti l’aretino ha disputato diverse gare finendo anche sul podio in un giro del Qatar (terzo posto nel 2011 in sella alla Leopard-Trek, l’odierna Trek Segafredo). “Bisogna farsi trovare pronti se c’è vento. Tutti uniti e nelle prime posizioni. Altrimenti se sei solo in un ventaglio prima o poi salti – ha dichiarato il ciclista della Tinkoff come riportato da La Gazzetta dello Sport -. E nel deserto, su quegli stradoni dritti e infiniti, è impossibile recuperare. Sicuramente all’Italia converrebbe arrivare nel circuito finale con molti corridori davanti in un gruppo non troppo folto”.

Che sia proprio Daniele Bennati, prossimo ciclista della Movistar, ad essere l’uomo in più per le frecce Giacomo Nizzolo ed Elia Viviani? Oppure sarà proprio lui ad essere il protagonista nel finale di gara? In questo mondiale di ciclismo le certezze sono state ben poche ed una possibile vittoria di Bennati potrebbe essere in linea con questa filosofia  “incerta” qatariota.

Curiosità: Daniele Bennati ha corso in sella con la Liquigas con Viviani, Oss, Pozzato, Guarnieri, Quinziato e Sabatini e di conseguenza l’affinità di corsa potrebbe essere l’ennesima forza dell’Italbici.