Domenica 11 Dicembre

Lippi riparte dalla Cina, l’obiettivo è di quelli tosti: “lavoreremo per qualificarci ai Mondiali”

ph. twitter Lippi

Presentato oggi come ct della Cina, Marcello Lippi non ha nascosto la sua volontà di qualificarsi per i Mondiali del 2018

Avevo bei ricordi della Cina e sempre speravo un giorno di poter tornare“. Marcello Lippi è pronto a ripartire da dove aveva lasciato. A meno di due anni dal suo addio al Guangzhou Evergrande, il tecnico viareggino fa ritorno in Cina, stavolta per guidare la nazionale.

Ph Italpress

Ph Italpress

Un progetto ambizioso per l’ex ct azzurro, che in Estremo Oriente ha lasciato un buon ricordo: ingaggiato nel maggio 2012 dal Guangzhou, ha vinto tre campionati cinesi, una coppa nazionale e soprattutto una Champions League asiatica prima di passare il testimone a Fabio Cannavaro e rimanere ancora qualche mese come direttore tecnico prima dell’addio nel febbraio 2015. Ma la Cina lo ha richiamato: “porterà esperienza internazionale e tradizione“, così i vertici della Federcalcio di Pechino hanno spiegato in conferenza stampa la decisione di puntare su Lippi. “E’ uno dei Paesi più importanti al mondo e credo di poter aiutare il calcio cinese a crescere – assicura l’ex allenatore della Juventus i giocatori cinesi hanno delle qualità, sono forti, ma devono migliorare sotto il profilo del gioco. La crescita del calcio cinese passerà dalla responsabilizzazione dei giocatori e il mio impegno sarà massimo“.

Iacopo Giannini/LaPresse

Iacopo Giannini/LaPresse

Ma la prima missione di Lippi sarà provare a portare la Cina ai Mondiali del 2018, obiettivo che ad oggi sembra un miraggio: dopo le prime quattro partite della terza fase, la squadra occupa l’ultimo posto del girone B con appena un punto (pari contro l’Iran, sconfitte con Corea del Sud, Siria e Uzbekistan) “La qualificazione ai Mondiali è difficile ma lavoreremo uniti e faremo tutto il possibile, lavoreremo con tutte le nostre sforze, per cercare di centrare l’obiettivo. Nel calcio di impossibile non c’è niente“. Lippi avrà ora sei partite, la prima delle quali il 15 novembre contro il Qatar, per provare a risalire fino al primo o secondo posto, che assegnano il pass diretto per Russia 2018. La terza piazza garantisce lo spareggio con la terza classificata dell’altro gruppo e l’eventuale sfida intercontinentale con la quarta classificata del girone Concacaf. (ITALPRESS)