Venerdi 9 Dicembre

Juventus pazza d’amore, Higuain condanna ‘la sua ex’: Napoli ko, bianconeri in paradiso [FOTO e VIDEO]

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus-Napoli, Gonzalo Higuain firma la condanna degli azzurri: il bomber argentino segna il gol vittoria alla sua ex squadra e regala i 3 punti ai bianconeri

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Juventus-Napoli, il prepartita – Serata magica allo Juventus Stadium di Torino per un match dal profumo di alta classifica: si affrontano due delle principali candidate allo scudetto, Juventus e Napoli. I bianconeri al solito 3-5-2 con Alex Sandro e Lichsteiner sulle fasce e l’attacco pesante, con Mandzukic e l’ex dal dente avvelenato Higuain. Il Napoli risponde con il fisico di Diawara, preferito a Jorginho, e un attacco in versione small: Insigne, Mertens, Callejon.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Juventus-Napoli, il racconto del primo tempo – Nel primo tempo le due squadre stentano a creare grandi occasioni da gol e le due difese respingono i tentantivi degli attaccanti con prontezza. Chiriches è costretto a fare gli straordinari prima su una conclusione di Hernanes, poi per salvare su Higuain a tu per tu con Reina. Per il Napoli è Callejon l’uomo più pericoloso, ma la difesa bianconera si chiude a doppia mandata. Il primo tempo chiude in crescendo, ma sullo 0-0.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Juventus-Napoli, il racconto del secondo tempo – Il secondo tempo è tutta un’altra storia. Arriva subito il gol della Juventus: Ghoulam svirgola clamorosamente dopo un corner, la palla finisce a Bonucci che colpisce al volo con grande forza e fulmina un impietrito Reina. La gioia bianconera dura poco: neanche 5 minuti dopo Insigne pennella per Callejon che prende di sorpresa la difesa bianconera e con un bel diagonale al volo batte Buffon.

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

La partita diventa davvero bella, le due squadre non sembrano accontentarsi del pareggio e nell’aria c’è odore di gol. L’olfatto del bomber lo sente: Gonzalo Higuain sfrutta un’altro errore della difesa bianconera, raccoglie un disimpegno sbagliato e scarica in rete un rasoterra violentissimo con Reina di nuovo immobile. La Juventus passa in vantaggio, El Pipita non esulta. Nel finale il Napoli ci prova, ma la Juventus alza il muro: allo Stadium finisce 2-1, il Napoli con qualche lacrima trattenuta a stento, guarda il suo ex andare via con la sua nuova e vincente fiamma.