Mercoledi 7 Dicembre

Jankto fa volare l’Udinese, Dybala la riporta sulla terra: la Juventus è già in fuga

LaPresse/Daniele Badolato

Una doppietta di Dybala ribalta l’iniziale vantaggio dell’Udinese targato Jankto e lancia la Juventus a +5 sulla Roma seconda in classifica

Nonostante l’assenza di numerosi titolari, la Juventus grazie ad una doppietta di Dybala batte l’Udinese del neo mister Gigi Delneri, che era passata in vantaggio nel primo tempo grazie ad una rete di Jankto. Parte meglio la Juventus, che pronti-via su di una bella iniziativa di Cuadrado in coppia con Dybala, si avvicina al vantaggio, ma la conclusione del giocatore argentino finisce di un soffio a lato. L’Udinese comunque ha un atteggiamento molto aggressivo e cerca di pressare i portatori di palla della Juventus fin dalla meta’ campo bianconera.

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

Al 25′ Mandzukic sbaglia clamorosamente a porta vuota: grande iniziativa di Dybala che scambia con Hernanes, dopo una serie di rimpalli la sfera finisce sui piedi dell’ex Atletico Madrid, il quale pero’ a pochi metri dalla porta riesce incredibilmente a tirare alto. Alla mezzora l’Udinese passa in vantaggio: Evra passa un improbabile pallone al centro per Hernanes, il quale lo perde incredibilmente sul pressing di Jankto; l’ex Ascoli parte centralmente e arriva ai 18 metri per poi far partire una sassata, che Buffon colpevolmente si fa passare sotto al corpo. Immediata la reazione bianconera, con un Dybala ispiratissimo che mette nelle condizioni Lichtsteiner di battere a rete, ma il terzino svizzero sbaglia completamente la mira.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Non sbaglia invece Dybala al 43′, quando su di una punizione dal limite non lascia scampo a Karnezis siglando la rete del pareggio. La ripresa si apre con la Juve subito in attacco con Dybala e Cuadrado che si fanno pericolosi, ma non abbastanza per impensierire Karnezis. De Paul commette un gravissimo errore al 5′ e atterra in area Alex Sandro su di una palla innocua, Gavillucci decreta il calcio di rigore, che Dybala non sbaglia. La Juve ora gioca con piu’ tranquillita’ e per un soffio con Alex Sandro al quarto d’ora non sigla la sua terza rete, ma su intuizione di Lichtsteiner il brasiliano di testa, da due passi, manda incredibilmente a lato. Allegri inserisce Higuain, il quale si rende immediatamente pericoloso, ma dall’altra parte e’ Thereau a dimostrare un grande stato di forma. La squadra di Allegri nel finale sembra stanca, ma gestisce al meglio il vantaggio e chiude la gara ottenendo i tre punti.