Martedi 6 Dicembre

Gruppo FCA (FIAT-Chrysler): tensione tra Marchionne ed Elkann sul nodo alleanze

LaPresse/Alessandro Fiocchi

Il nodo alleanze starebbe creando delle tensioni tra i due principali protagonisti del Gruppo FCA

Il settore automotive sta vivendo negli ultimi anni un periodo di grandi trasformazioni, dove i principali attori stringono alleanze e  joint venture, senza dimenticare le numerose fusioni che stanno creando realtà industriali sempre più grandi ed importanti.

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

Tra queste troviamo il Gruppo FCA (Fiat-Chrysler) che secondo indiscrezioni sarebbe alla ricerca di un nuovo partner con lo scopo di siglare una partnership come quella stretta recentemente tra Mitsubishi e Nissan. Secondo le ultime indiscrezioni, questo progetto sarebbe avallato dal Presidente di FCA, John Elkann, ma non dall’ amministratore delegato, Sergio Marchionne, ed è per questo motivo che tra i due sembra si sia creata una certa tensione in merito.

LaPresse

LaPresse

Il vero problema  è che Marchionne fino ad ora ha ricevuto una serie di rifiuti in merito alla storia delle alleanze, primo fra tutti  quello da parte della General Motors, senza dimenticare che il suo mandato scadrà nel 2019, una data che sembra sempre più vicina. A questo bisogna aggiungere anche i problemi provenienti dalla disastrosa gestione sportiva della Ferrari, di cui Marchionne è Presidente, ovvero un’altra cosa che avrebbe fatto aumentare le frizioni tra i due. La soluzione al nodo alleanze potrebbe però arrivare dall’oriente: il Gruppo italo-americano guarda infatti con insistenza alla Cina, dove potrebbe trovare un alleato forte e ricco, pronto a spianargli la strada sul promettente mercato asiatico.