Lunedi 5 Dicembre

Golf: Tom Shadbolt è il nuovo leader del 3° Abruzzo Open presented by Axa

foto Bellicini

E’ Tom Shadbolt il nuovo leader del 3° Abruzzo Open presented by Axa

L’inglese Tom Shadbolt, con 200 colpi (65 72 63 -13), è il nuovo leader del 3° Abruzzo Open presented by Axa, penultimo torneo stagionale dell’Alps Tour che si chiuderà domani sul percorso del Miglianico Golf & Country Club (par 71). Al secondo posto con 201 (-12) e in piena corsa per il titolo Federico Maccario (68 63 70) ed Enrico Di Nitto (68 66 67). Possono inserirsi nella lotta al vertice anche lo scozzese Daniel Young, il francese Julien Foret, il belga Kevin Hesbois e lo spagnolo Daniel Berna, quarti con 202 (-11), mentre ha poche chances il francese Raphael Marguery, 8° con 204 (-9). È salito dal 40° posto al 9° con 205 (-8) il campione in carica Luca Cianchetti (amateur), in compagnia di Stefano Pitoni e Jacopo Vecchi Fossa. Ha mantenuto un buon ritmo Andrea Romano, amateur classe 2000, che occupa il 14°posto con 206 (-7) insieme a Niccolò Quintarelli. Ha perso terreno Luca D’Andreamatteo, professionista del Miglianico Golf & Country Club, 38° con 211 (-2).

La corsa al titolo – Ancora 18 buche per conoscere il nome del vincitore del 3° Abruzzo Open presented by Axa (ingresso gratuito), penultimo evento dell’Italian Pro Tour 2016 e nono evento del Progetto Ryder Cup 2022.

Al primo classificato andranno 6.525 euro dal montepremi di 45.000. La classifica finale del torneo sancirà l’elenco dei partecipanti al Grand Final, tappa conclusiva dell’Alps Tour (riservata ai primi 50 dell’ordine di merito) in programma dal 19 al 22 ottobre ancora al Miglianico Golf & Country Club.

Le interviste– Grazie al miglior score di giornata (9 birdie, di cui 6 consecutivi, e un bogey), Tom Shadbolt ha preso il comando del torneo. L’inglese, attualmente al quinto posto nella money list, dovrà essere abile a gestire il colpo di vantaggio nel round conclusivo: «Oggi ho espresso un gioco molto solido, trovando continuità realizzativa. Nel giro finale sarà importante concentrarsi soltanto sul campo senza pensare al ranking».

foto Bellicini

foto Bellicini

Federico Maccario ha perso la leadership, ma si è mantenuto comunque in alto in graduatoria: «Sono soddisfatto del mio giro. Mi rimprovero soltanto un po’ di imprecisione con il putter. Il recupero di Shadbolt complica i piani, ma c’è ampio margine per tentare il sorpasso». Dopo un ottimo avvio (6 birdie nelle prime undici buche), l’accelerazione di Enrico Di Nitto si è arrestata con i bogey alle buche 13 e 15: «La seconda parte di gara è stata condizionata dal forte vento. Peccato per i due bogey che hanno rallentato la mia corsa. Sono comunque soddisfatto della qualità di gioco e affronto con fiducia il round conclusivo». Dopo due giri a basso ritmo, Luca Cianchetti, amateur detentore del titolo e campione europeo in carica, ha messo il turbo, firmando uno score con 7 birdie : «Sono felice di aver recuperato posizioni in graduatoria dopo una partenza lenta. Nelle 18 buche finali cercherò un altro sprint per provare a inserirmi anche quest’anno nella lotta al titolo».

foto Bellicini

foto Bellicini

Gli sponsor – Il torneo è supportato da Axa quale title sponsor e ha il contributo dei seguenti sponsor: Screen; Human Gest; Barbuscia; Agricola Cobra; Aon; Monte dei Paschi di Siena; Regione Abruzzo; Faggioli Scavi; Ecosaves; Cantina Miglianico; San Benedetto; Comune di Miglianico.

L’Italian Pro Tour ha il sostegno per tutta la stagione dei qualificati sponsor Konica Minolta, Franco Bosi Argenti, Frosecchi e Legea. Charity partner: ActionAid. Media partner: Sky Sport.

Web e social network – News e informazioni sul torneo sono consultabili dal sito www.italianprotour.com. Inoltre, sui profili social Italian Pro Tour e Federazione Italiana Golf di Facebook, Twitter e Instagram sono pubblicati foto e video con interviste, curiosità e highlights, quest’ultimi visibili anche sul canale YouTube Federgolf.