Venerdi 9 Dicembre

Golf-Terre dei Consoli Open, vince lo svedese Edfors davanti a Bjork e Pinto

(Foto A. Bellicini) 1

Con 275 colpi, lo svedese Johan Edfors si mette in tasca il Terre dei Consoli Open

Lo svedese Johan Edfors ha vinto con 275 (70 70 66 69, -13) colpi il Terre dei Consoli Open, torneo in calendario nel Challenge Tour e nell’Italian Pro Tour, il circuito di gare nazionali e internazionali allestite dal Comitato Organizzatore Open Professionistici FIG, che si è svolto al Terre dei Consoli Golf Club (par 72) nel quadro del Progetto Ryder Cup 2022. Con un tonico finale ha distaccato di tre colpi il connazionale Alexander Bjork e lo spagnolo Jordi Garcia Pinto (278, -10), mentre ha ceduto vistosamente il francese Victor Riu, in vetta dopo tre turni e sceso con 279 (-9) al quarto posto fin troppo penalizzante per errori sulle ultime due  buche. Lo hanno affiancato lo scozzese Jack Doherty, il gallese Rhys Enoch, l’inglese Matt Wallace, il portoghese José-Filipe Luna e il transalpino Julien Guerrier.

Tra gli italiani ha condotto un bella gara, tutta in rimonta, Nicolò Ravano risalendo dal 98° posto iniziale al decimo con 280 colpi (76 69 67 68, -8). In retrovia gli altri sette che hanno superato il taglio: Aron Zemmer, Matteo Delpodio, campione uscente, e il dilettante Luca Cianchetti, 50.i con 287 (-1), Michele Ortolani, 56° con 288 (par), Stefano Pitoni, 60° con 289 (+1), Filippo Bergamaschi, 62° con 290 (+2), e Andrea Pavan, 64° con 291 (+3).

Johan Edfors, 41enne di Varberg, ha condotto buona parte della carriera nel Challenge Tour, ma ha avuto il suo momento di gloria nell’European Tour quando vinse tre gare nel 2006. Il quarto successo  nel Challenge è maturato con un parziale di 69 (-3) colpi frutto di sei birdie e di tre bogey.

Oggi – ha detto – sono partito piuttosto contratto. Alla buca 10 ero due colpi sopra par per il giro, poi fortunatamente ho avuta un’ottima reazione creandomi molte occasioni da birdie nelle ultime otto buche in cui ne ho realizzati cinque. Sono molto soddisfatto per aver vinto su un campo impegnativo, che è rimasto in ottimo stato malgrado non vi siano state condizioni meteo sempre favorevoli. Questo successo mi permette di sperare di poter tornare sull’European Tour”. E’ stato gratificato con un assegno di 40.000 euro su un montepremi di 250.000 euro.