Domenica 4 Dicembre

Golf, su il sipario sul ‘Terre dei Consoli Open: oggi si inizia a fare sul serio

Da oggi via alla seconda tappa italiana del Challenge Tour con i migliori del circuito

Prende il via oggi il Terre dei Consoli Open (6-9 ottobre), torneo in calendario nel Challenge Tour e nell’Italian Pro Tour, il circuito di gare nazionali e internazionali allestite dal Comitato Organizzatore Open Professionistici FIG, che si disputa sul tracciato del Terre dei Consoli Golf Club nel quadro del Progetto Ryder Cup 2022.

La settimana di grande golf internazionale si è aperta con la disputa della Pro Am Terre dei Consoli, vinta “meno 33” dal team del portoghese José-Filipe Lima con gli amateur Lorenzo Maria Franco, Carlo Partipilo Papalia e Cristian Paolucci, che ha preceduto la squadra dello spagnolo Alvaro Velasco con Silvio Bandini, Pier Paolo Bandini e Massimo Luzi (-29). Quindi lo scozzese Duncan Stewart, con Giorgio Brozzi, Fabrizio  Avenati e Nicola Pacini (-27), lo svedese Sebastian Soderberg con Giacomo Di Giacomo, Angelo Di Paolo e Maurizio Makovec (-25) e l’inglese Tom Murray con Fabrizio Di Mario, Claudio Cecconi e Claudio Nocentini (-24). L’attore Claudio Amendola è terminato sesto con la compagine di Lorenzo Gagli e l’ex sciatore Much Mair in retrovia nella formazione di Leonardo Motta. Hanno fatto classifica solo i birdie e gli eagle.

Il torneo è il primo che si svolge alle porte di Roma, dopo che la capitale ha avuto l’assegnazione della Ryder Cup 2022, e segna il debutto in campo internazionale del nuovissimo percorso disegnato di Robert Trent Jones Jr, che avrà la prerogativa di essere il più lungo (7.600 yards) affrontato nel Challenge Tour 2016.

Essendo una delle ultime gare in calendario, riveste particolare importanza per i giocatori impegnati nella volata finale per accedere ai primi 45 posti dell’ordine di merito, in modo da poter poi andare a competere per una delle 15 ‘carte’ dell’European Tour 2017 assegnate nel NBO Golf Classic Grand Final (2-5 novembre) in Oman.

Saranno presenti quasi tutti i migliori elementi del circuito compresi diversi vincitori stagionali: gli inglesi Gary King, a segno nella precedente tappa italiana al Golf della Montecchia, e James Heath, lo scozzese Duncan Stewart, i francesi Clément Sordet e Damien Perrier, lo svedese Alexader Bjork, oltre a Lima, Soderberg e Velasco, tutti in corsa per la ‘carta’.

Sedici gli italiani in gara tra i quali saranno particolarmente motivati Lorenzo Gagli e  Andrea Pavan, già dentro i 45, ma tesi a guadagnare ulteriori posizioni. Possono ancora rientrare Nicolò Ravano e Matteo Delpodio, che tornerà nel Lazio a difendere il titolo, dopo aver vinto lo scorso anno l’EMC Challenge Open. In grado di proporsi per posizioni di rilievo anche Marco Crespi e Filippo Bergamaschi. Quattro i dilettanti: i romani Michele Cea, e Andrea Saracino, il veneto Guido Migliozzi e il modenese Luca Cianchetti.

Il torneo avrà quale major sponsor Terre dei Consoli Golf Club; cosponsor: Natalucci & Partners Consortium; partner istituzionale: Istituto per il Credito Sportivo;  sponsor: DMP, Moda Garden, Nuova Rotabinari, Agricola Cobra, Gruppo Zeppieri, General Clima, Ags Impianti, Faggioli Scavi, La Quercia, European Cleaning; partner: Mary’s Meal, Technoelite, Eventime

L’Italian Pro Tour è supportato per tutta la stagione da qualificati sponsor quali Konica Minolta, Franco Bosi Argenti, Frosecchi e Legea. Charity partner: ActionAid. Media partner: Sky Sport.

La gara si svolgerà sulla distanza di 72 buche, con taglio dopo 36 che promuoverà ai due turni conclusivi i primi 60 classificati e i pari merito al 60° posto. Costoro si divideranno un montepremi di 250.000 euro, tra i più alti del tour, con prima moneta di 40.000 euro. Ingresso gratuito per il pubblico.