Sabato 3 Dicembre

Golf, Ryder Cup: l’Europa si porta a ridosso degli USA

La squadra condotta da Darren Clarke ha chiuso i foursomes mattutini con un parziale di 2,5-1,5

L’Europa ha recuperato un altro punto e ora è a un passo dagli Stati Uniti (6,5-5,5) dopo la sessione di foursomes mattutina nella seconda giornata della 41ª Ryder Cup, sul percorso dell’Hazeltine National GC, a Chaska nel Minnesota.

C’è stata grande lotta sul campo con gli europei che hanno chiuso con un parziale di 2,5-1,5 conquistando i due punti pieni con Rory McIlroy/Thomas Pieters (4/2 su Phil Mickelson/Rickie Fowler) e con Justin Rose/Chris Wood (1 up su Jimmy Walker/Zach Johnson). Per gli americani a segno Brandt Snedeker/Brooks Koepka (3/2 su Henrik Stenson/Matthew Fitzpatrick).

Ai fini della rimonta del team affidato al nordirlandese Darren Clarke è stato fondamentale il mezzo punto ottenuto da Sergio Garcia/Rafael Cabrera Bello con una formidabile rimonta su Jordan Spieth/Patrick Reed, che a sei buche dalla fine erano in vantaggio di 4 up. All’improvviso i due spagnoli hanno cambiato passo e gli americani hanno un po’ ceduto. Fatto è che in cinque buche gli europei hanno pareggiato il conto e poi hanno tenuto il pari sull’ultima buca che, in pratica, ha permesso di rosicchiare un altro punto alla compagine diretta da Davis Love III (dopo i due di ieri nei fourballs, 3-1) e quasi annullare il devastante 0-4 dei foursomes che hanno aperto la manifestazione.

Entrambe le compagini hanno tenuto una condotta di gara esemplare, dando vita a un gioco spettacolare e a situazioni che hanno reso i match sempre avvincenti, anche quando una coppia sembrava aver in tasca il punto. McIlroy/Pieters erano tre up dopo cinque buche, ma Fowler/Mickelson hanno rimontato fino a 1 down rimettendo tutto in discussione. Nuova accelerazione dei due continentali e gran finale con tre buche vinte in sequenza. Impeccabile o quasi McIlroy, ma altrettanto bravo Pieters, un debuttante che ha sofferto solo nel primo match per un accoppiamento sbagliato con Lee Westwood.

Subito avanti 2 up Snedeker/Koepka, poi il pareggio di Stenson/Fitzpatrick, quest’ultimo debuttante e alla prima uscita. Americani però con una marcia in più nelle ultime fasi e resa continentale. Coinvolgente il match tra Rose e Wood, anch’egli debuttante e all’esordio sul campo, e Walker/Z. Johnson. Giochi che sembravano fatti alla buca 13 con il 3 up europeo e cinque buche a chiudere ricche di emozioni con gli statunitensi che hanno sfiorato il pari.

Nella seconda sessione di fourballs la compagine di Clarke tenterà di riportarsi quanto meno in parità prima di affrontare i 12 singoli dell’ultima giornata. Questi gli incontri:

Rory McIlroy/Thomas Pieters-Brooks Koepka/Dustin Johnson; Danny Willett/Lee Westwood-J.B Holmes/Ryan Moore; Martin Kaymer/Sergio Garcia-Phil Mickelson/Matt Kuchar; Justin Rose/Henrik Stenson-Patrick Reed/Jordan Spieth. Una curiosità: le ultime due coppie saranno di fronte per la terza volta. Successo americano nel foursome (3/2) e di Rose/Stenson nel fourball (5/4).