Sabato 3 Dicembre

Golf: il francese Marguery in vetta all’Abruzzo Open presented by Axa, bene Pitoni

foto Bellicini

Abruzzo Open presented by Axa: in vetta il francese Marguery. Pitoni 4° a due colpi, Dopo le prime 18 buche in buona posizione anche Terragni (6°). In scia del leader Di Nitto e Maccario, 12esimi

Il francese Raphael Marguery, con 64 colpi (-7), è al comando dopo il primo round del 3° Abruzzo Open presented by Axa, penultimo torneo stagionale dell’Alps Tour in svolgimento sul percorso del Miglianico Golf & Country Club (par 71). In seconda posizione con 65 (-6) l’inglese Tom Shadbolt e il francese Julien Foret. Ottimo avvio di Stefano Pitoni, 4° con 66 (-5) insieme allo spagnolo Daniel Berna. Buona partenza anche di Cristiano Terragni, nel folto gruppo al sesto posto con 67 (-4). Sono rimasti in scia delle prime posizioni Enrico Di Nitto e Federico Maccario, 12esimi con 68 (-3) insieme all’austriaco Uli Weinhandl. Luca D’Andreamatteo, professionista del Miglianico Golf & Country Club, non ha sfigurato davanti al proprio pubblico, chiudendo al 15° posto con 69 (-2), al pari, fra gli altri, del francese Leo Lespinasse. Fra gli amateur, prestazione positiva di Andrea Romano e Andrea Cavallaro, 22esimi con 70 (-1),  mentre il campione in carica Luca Cianchetti è al 38° posto con 71 colpi (par).

Il programma del torneo– Il 3° Abruzzo Open presented by Axa (ingresso gratuito), tappa decisiva per la composizione della money list in vista del Grand Final dell’Alps Tour, si gioca sulla distanza di 72 buche, suddivise in 4 giri da 18.Domani, con la chiusura del secondo round, arriveranno i primi verdetti: il taglio lascerà in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto. Il montepremi è di 45.000 euro, dei quali 6.525 andranno al vincitore.

Le interviste– Già a segno in due tornei in questa stagione, Stefano Pitoni è apparso in ottima forma, firmando uno score con 5 birdie: «Oggi il putter ha fatto il suo dovere, rivelandosi l’arma vincente, compensando così qualche incertezza nel gioco lungo. Siamo nel rush finale dell’Alps Tour e ogni buca va affrontata con la massima concentrazione ». Enrico Di Nitto, terzo nella money list, è ben determinato a conquistare una delle 5 carte per spiccare il volo verso il Challenge Tour: «Oggi ho avuto un rendimento molto regolare. Peccato per il bogey alla buca 17 che ha appesantito lo score. Come va giocato il percorso? I fairway sono stretti, quindi serve precisione nei tee shot. Faccio i complimenti a tutto lo staff del circolo: il campo è davvero in ottime condizioni e anno dopo anno cresce sempre di più».

Dopo aver vinto lo scorso settembre il Citadelle Trophy International – Preisch in Francia, Federico Maccario (oggi autore di 4 birdie e un bogey) cerca il bis per scalare ulteriori posizioni nel ranking, che attualmente lo vede al 6° posto: «Ho avuto un buon avvio di gara che mi ha dato subito fiducia. Dovendo affrontare 4 giri, anzichè i consueti 3 dell’Alps Tour, serve più accortezza per gestire al meglio le risorse psicofisiche e mantenere la giusta lucidità. L’avversario principale? Nessuno in particolare. La corsa al Challenge Tour è ancora molto aperta e bisogna pensare solo al proprio gioco».

Gli sponsor – Il torneo sarà supportato da Axa quale title sponsor e avrà il contributo dei seguenti sponsor: Screen; Human Gest; Barbuscia; Agricola Cobra; Aon; Monte dei Paschi di Siena; Regione Abruzzo; Faggioli Scavi; Ecosaves; Cantina Miglianico; San Benedetto; Comune di Miglianico.

L’Italian Pro Tour ha il sostegno per tutta la stagione dei qualificati sponsor Konica Minolta, Franco Bosi Argenti, Frosecchi e Legea. Charity partner: ActionAid. Media partner: Sky Sport.

Web e social network – News e informazioni sul torneo sono consultabili dal sito www.italianprotour.com. Inoltre, sui profili social Italian Pro Tour e Federazione Italiana Golf di Facebook, Twitter e Instagram saranno pubblicati foto e video con interviste, curiosità e highlights, quest’ultimi visibili anche sul canale YouTube Federgolf.