Martedi 6 Dicembre

Freerunning: Bart Van Der Lindel vince il titolo assoluto nel Red Bull Art of Motion [FOTO e VIDEO]

L’olandese Bart Van Der Linden si è aggiudicato una vittoria inaspettata nel Red Bull Art of Motion battendo DK e Pasha

Bart Van Der Linden (13)Nel magnifico scenario del panorama di Oia, l’olandese Bart Van Der Linden è salito sul gradino più alto del podio, battendo DK e Pasha, i favoriti per la vittoria finale, aggiudicandosi, così, il suo primo titolo assoluto nel Red Bull Art of Motion. La competizione anche quest’anno ha dimostrato che non ci sono limiti al livello al quale di può alzare l’asticella nel freerunning, migliorando la qualità dei trick e della corsa degli atleti. Ecco il video del funambolico. 

Nelle finali, i giudici hanno assegnato a Van Der Linden 383 punti (su un massimo di 500), avendo l’olandese eseguito un run molto tecnico ad alto coefficiente di difficoltà, mantenendo comunque il tutto incredibilmente fluido. Non riesco a credere che tutto sia reale! Mi sono detto di rimanere fedele al mio stile, fare le mie cose e con questo mi sono aggiudicato il primo posto. Sono la persona più felice del mondo in questo momento!” ha dichiarato il nuovo campione.

Alfred Scott (14)Alfred Scott (USA) si è aggiudicato il secondo posto, totalizzando 379 punti ed eseguendo un “cast gainer” giudicato come il Best Trick di tutta la competizione. Adrian Joey (USA), qualificatosi online, ha estratto tutti i trick dal cilindro e ha dimostrato grande resistenza arrivando terzo con 376 punti. La sesta edizione del Red Bull Art of Motion ha riunito i migliori atleti provenienti da 13 Paesi con oltre 3000 spettatori che hanno affollato ogni possibile punto d’osservazione come balconi e tetti e invadendo le strade di ciottoli di OiaLynn Jung (Lux) ha vinto il Best Female Award, rappresentando la crescente comunità femminile nel freerunning.

Risultati Finali:

1. Bart Van der Linden (NED) 383 punti;
2. Alfred Scott (USA) 379;
3. Joey Adrian (USA) 376;
4. Calen Chan (USA) 369;
5. Pedro Salgado (POR) 359;
6. Nathan Weston (USA) 350.