Mercoledi 7 Dicembre

F1, Tronchetti Provera convinto: “bisogna prendere ad esempio la MotoGp”

LaPresse/Photo4

Marco Tronchetti Provera elogia il lavoro svolto dalle gomme Pirelli in questa stagione di Formula1

Marco Tronchetti ProveraÈ stata una stagione per noi positiva e anche se i voti si danno alla fine, darei un 10 e lode per impegno e competenza tecnica“. Marco Tronchetti Provera, presidente Pirelli, applaude i suoi uomini per quanto fatto anche quest’anno in Formula Uno. “Il bilancio è molto buono – sottolinea ai microfoni de ‘La Politica nel Pallone‘ su Gr Parlamento – Abbiamo voluto mescole sempre più sofisticate e abbiamo contribuito a dare spettacolo durante tutti i Gran Premi con soddisfazione di tutti. La Formula Uno è il master della tecnologia degli pneumatici e avere il successo che abbiamo avuto e continuiamo ad avere e’ un segnale chiaro del valore dell’azienda“.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Per il 2017 Pirelli è attesa da un’altra sfida: in pista ci saranno vetture più veloci di 4 secondi al giro. “È di questi ne daremo più di 3 solo con le gomme, tutti in curva – sottolinea Tronchetti Provera – È una sfida fantastica che i nostri tecnici stanno portando avanti con successo. I piloti impegnati nei test stanno esprimendo soddisfazione e sono anche colpiti dal risultato che questi primi prototipi stanno dando. La prossima stagione sarà interessante ma sarà difficile sorpassare”. Quella che si sta per chiudere, invece, vede la Ferrari ancora in difficoltà. “Sono state fatte scelte tecniche che penalizzano un po’ la competizione, spero che con i cambiamenti previsti per il 2017 ci saranno delle opportunità anche per la Ferrari“, aggiunge il presidente della Pirelli, che auspica per il futuro che “il pilota torni al centro in una Formula Uno fatta di campioni. Tutti gli sport hanno bisogno di campioni, qualunque soluzione tecnica deve permettere all’uomo di esprimere al massimo le sue capacità. Spero che tutto questo possa arrivare con la nuova proprietà. Dobbiamo guardare alla MotoGp come esempio di successo di una competizione, lì l’uomo è al centro, il campione viene fuori“. (ITALPRESS)