Sabato 3 Dicembre

F1, Sainz convinto: “sono migliore di Verstappen, la Red Bull capisca che voglio diventare campione del mondo”

LaPresse/Photo4

Carlos Sainz non ha digerito la promozione di Verstappen in Red Bull e, a distanza di qualche mese, è tornato sulla vicenda

Quando ormai il Mondiale di Formula 1 si avvia alla sua conclusione, Carlos Sainz lancia un’occhiata a quanto accaduto in questo sorprendente 2016 in cui ha visto cambiare il suo compagno di squadra in Toro Rosso, con l’avvicendamente tra Kvyat e Verstappen.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La promozione dell’olandese in Red Bull non è andata giù al pilota spagnolo che, a distanza di mesi, torna su quella decisione: “è stato difficile accettare di non essere il prescelto” ha detto Sainz sul blog del giornalista James Allenon. “Quando Max Verstappen è stato promosso alla Red Bull, la gente ha dimenticato che è stato anche un periodo difficile per me, non solo per Daniil Kvyat. I risultati che ho segnato a Barcellona, Monaco, Canada consecutivamente potevano far capire alla Red Bull che avrebbero potuto scegliere anche me. Sono molto arrabbiato per questo… Per me è stato come dirmi ‘Non sei bravo come Max’, ma invece credo di essere bravo quanto lui o persino migliore. 

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Capisco che la situazione con la Red Bull è completamente difficile, hanno due ottimi piloti e, ovviamente, non è un situazioni ideale. Penso che la Red Bull, però, dovrebbe capire in fretta che il mio obiettivo è quello di essere campione del mondo, mi sento al top e sono pronto per fare il passo successivo”.