Giovedi 8 Dicembre

EL – Candreva risolleva l’Inter, Southampton battuto: la qualificazione non è più un miraggio

Lapresse

Con un gol di Candreva l’Inter batte il Southampton e sale a tre punti in classifica nel suo girone di Europa League

L’Inter torna a vedere la luce. Dopo le due sconfitte con Hapoel Beer Sheva e Sparta Praga, Candreva decide la sfida con il Southampton tra mille sofferenze e con limiti di gioco evidenti, ma tanto basta per tornare a sperare nella qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Tre punti che pesano tantissimo per de Boer, aiutato da un paio di miracoli di Handanovic nel finale e da due salvataggi sulla linea di Nagatomo. Insomma, c’e’ tanto da lavorare, ma almeno, specie nella ripresa, si e’ visto uno spirito all’altezza della situazione.

Lapresse

Lapresse

E la classifica e’ meno pesante: resta l’ultimo posto, alle spalle di Sparta Praga (6 punti), Southampton e Hapoel (4). Retropassaggio suicida di Martina, Icardi ci prova di tacco a servire Eder ma ci mette una pezza Forster, poi Miranda rimedia a un suo errore rimontando Rodriguez, scelto a sorpresa da Puel in luogo di Austin. Al di la’ dei nomi in campo, il Southampton controlla abilmente il gioco: senza i fuori lista Joao Mario, Kondogbia, Gabigol e Jovetic, con Gnoukouri preferito a Banega e il rientrante Brozovic (c’e’ Eder nel tridente con il redento Icardi e Candreva) l’Inter e’ timida, la manovra troppo lenta. Insomma, la ‘solita’ Inter da Europa League, sulla quale – all’ennesimo disimpegno sbagliato – iniziano a piovere i primi fischi di San Siro. Che vede le streghe tre volte attorno alla mezz’ora: Nagatomo salva sulla linea sul rimpallo Rodriguez-Handanovic, Ward-Prowse spara alto tutto solo dal limite mentre Martina sbaglia il cross sull’assist al bacio di Tadic. Handanovic si salva sulla spizzata di Long mancata di un soffio da Rodriguez (38′), per vedere l’Inter pericolosa dalle parti di Forster bisogna aspettare il 40′, quando il destro di Eder si spegne di poco fuori.

Lapresse

Lapresse

Di certo non la reazione d’orgoglio che veniva chiesta ai nerazzurri dopo le figuracce con Hapoel e Sparta Praga. Al rientro si fa subito male Long (coscia), dentro Austin, reduce dalla doppietta al Burnley: primo guizzo di Icardi al 54′, il sinistro del capitano, servito da Eder, e’ pero’ sballato. Risponde subito Austin: meglio il Southampton, al tiro anche con Tadic. Quasi all’improvviso l’Inter pero’ passa: iniziativa di Santon, Candreva – fin li’ tra i peggiori in campo – indovina l’incrocio dei pali con uno splendido sinistro che lascia di stucco Forster. Inter piu’ sicura ma Brozovic lascia i suoi in 10 per doppia ammonizione. Sara’ grande sofferenza e serviranno, in serie, un miracolo di Handanovic su Van Dijk, un nuovo salvataggio di Nagatomo sulla linea e, infine, la parata incredibile di Handanovic su Austin. Tra mille sofferenze, l’Inter conquista la vittoria. Per il momento va bene cosi’. (ITALPRESS).