Sabato 10 Dicembre

Ciclismo: 3 squadre puntano al WorldTour, ce la farà la Bahrain Merida?

LaPresse/Belen Sivori

La stagione ciclistica sta per finire ed è tempo di resoconti. La IAM e la Tinkoff chiudono i battenti e approda la Bora e Bahrain team. Ma in quale classifica? Ecco la situazione

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La stagione 2016 di ciclismo sta volgendo al termine e 2 squadre hanno dato l’addio: IAM Cycling e Tinkoff. Da quando è nato il UCI World Tour le squadre iscritte sono passate da 18 a 17, ma nel 2019 si punta a farle diventare a 16. Ci sono team che si stanno organizzando cercando grandi ciclisti come la Bora Hansgrohe, la Bahrain Merida. Il team Bahrain ha come capitano Vincenzo Nibali, mentre la Bora Peter Sagan. L’Uci per non far perdere prestigio alla classiche e ai giri sta seriamente pensando di iscrivere entrambe le squadre portando così il prossimo anno a 18 le licenze da assegnare (e non 17).

Peter Sagan in maglia gialla (foto A.Broadway)

Peter Sagan in maglia gialla (foto A.Broadway)

Ma non è facile attuare queste iscrizioni perché come per ogni classifica ci sono delle retrocessioni. Le ultime due infatti scendono tra i Professional (le serie B del ciclismo) ma con le chiusure di IamTinkoff potrebbero essere ripescate. Quella messa male è la Dimension Data che non ha conquistato grandi soddisfazioni ed ha totalizzato solo 290 punti. Se possiamo azzardare la presenza sicura della Bora grazie a Sagan, la Bahrein e la Dimension Data lottano per entrare nella Classifica WorldTour.

Ma il colpo di Izagirre potrebbe alzare la quota del team di  Vincenzo Nibali e quindi una “retrocessione definitiva” dell Dimension Data. Nelle ultime ore si vocifera un passaggio dal team Sky di Sergio Luis Henao al team svizzero e portando un bottino di 234 punti. Ma dal Sud America si vocifera un rinnovo di contratto per l’attuale corridore Sky e di conseguenza il mancato approdo alla Dimension Data.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

In conclusione delle tre squadre che possono accedere all’UCI World Tour solo Bora e Bahrein potrebbero farcela. Ma non è da escludere la Dimension Data e di conseguenza l’opzione di allargare a 18 il numero di squadre. Sarà un inverno rovente per Brian Cookson, Presidente dell’UCI che dovrà capire cosa fare in caso di “retrocessione della Dimension Data” e di prendersi tutte le querele (che saranno già pronte) da parte del  team manager della squadra Douglas Ryder.