Giovedi 8 Dicembre

Carburanti: buone notizie per gli automobilisti

Maurizio Micheli rassicura gli automobilisti sul livello del prezzo del carburante nel prossimo futuro

prezzi benzinaMaurizio Micheli, presidente Figisc Confcommercio, per i prossimi giorni dichiara che vi sono le condizioni tecniche per una ulteriore stabilità dei prezzi dei carburanti, con variazioni non superiori a 0,5 cent/litro in più o in meno: “in una settimana, il greggio brent di riferimento è diminuito, essendo sceso in misura pari a -1,79 euro/barile con cambio euro/dollaro in lieve deprezzamento. La quotazione internazionale Mediterraneo dei prodotti lavorati è scesa per la benzina di -0,9 cent e di -0,4 cent per il gasolio. Rispetto alla dinamica dei prodotti sulla piazza internazionale del Mediterraneo, i prezzi praticati alla pompa in media tra self e servito in Italia da giovedì 20 ottobre sono aumentati di +0,3 cent/litro per la benzina e di +0,6 per il gasolio e in media ponderale tra i due prodotti il valore è pari a +0,5 cent/litro; per la modalità self, la variazione e’ pari a +0,2 cent/litro per la benzina e a +0,4 per il gasolio, per la modalità servito la variazione è pari a +0,4 cent/litro per la benzina e +0,7 per il gasolio, mentre i prezzi di listino delle compagnie hanno avuto una variazione nulla per la benzina e di +0,4 cent/litro per il gasolio”.

pompa benzina“Nella settimana, i prodotti in extrarete sono stati venduti dalle compagnie petrolifere sugli impianti dei propri gestori della rete di marchio a prezzi di vendita mediamente più sostenuti nell’ordine di 23/25,3 cent/litro in modalità servito e di 10,3/13 in modalità self rispetto a quelli riservati agli operatori indipendenti“.
In un mese esatto, le quotazioni internazionali del greggio sono salite di +4,3 cent/litro e quelle dei prodotti finiti sono variate di +4,7 cent/litro per la benzina, di +6,2 cent/litro per il gasolio (con Iva), mentre i prezzi nazionali alla pompa sono variati di +3,5 cent/litro per la benzina e di +4,0 per il gasolio. Pertanto, a meno di drastiche variazioni in più od in meno delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati di oggi o del tasso di cambio euro/dollaro, vi sono i presupposti per una aspettativa di prezzi tendenti alla stabilita’, con variazioni nella media dei due prodotti per i prossimi giorni non oltre 0,5 cent/litro in più o in meno“. (ITALPRESS)