Mercoledi 7 Dicembre

“Campioni col baffo”, vecchie glorie baffute nella simpatica edizione limitata della birra Moretti [FOTO]

La birra Moretti e i suoi “Campioni col baffo”, ecco la squadra della famosa birra composta da baffuti campioni

Gli uomini a volte si lasciano crescere i peli sul labbro superiore e li chiamano baffi. Altro che barba. I baffi sono un accessorio maschile di stile ineguagliabile. Zorro li porta. D’Artagnan anche. Ma anche molti calciatori sulle figurine Panini degli anni passati portavano i baffi come un segno distintivo e di stile. Partendo da questi presupposti la Birra Moretti ha avuto una brillante idea. Prendendo spunto dal suo famosissimo e baffuto testimonial infatti la campagna pubblicitaria della birra s’ispira ai “Campioni col baffo”. Vecchie glorie che hanno fatto dei loro baffoni uno status symbol e che la famosa birra italiana consacra in un’edizione speciale. La squadra birra Moretti è perciò formata:

  • in porta da Stefano Tacconi – “Con i suoi folti baffi ha difeso per quasi un decennio la porta della Vecchia Signora, diventandone anche capitano nelle ultime stagioni. È tra i pochissimi campioni ad aver vinto tutte le maggiori competizioni per club. Una certezza, proprio come una bottiglia di Birra Moretti!
  • in difesa da Giuseppe Bergomi – I suoi baffi erano l’incubo di tutti gli attaccanti dei club europei. Una presenza solida e irremovibile, una vera bandiera della squadra nerazzurra e della formazione nazionale, dove ha collezionato ben 81 presenze. Un brindisi al Campione del Mondo di Spagna 1982″.
  • sempre in difesa Renato Zaccarelli –  “Nel cuore dei tifosi granata e degli amanti del bel gioco non c’è nessun baffo come lui: Zaccarelli. Un calciatore elegante, con una visione di gioco fuori dal comune, capace di spaziare da regista a mezzala, da libero a terzino. Un signore del calcio italiano incontra una signora birra“.
  • A centrocampo Franco Causio – “Il Barone del calcio italiano è ricordato da tutti per i suoi baffi distinti e signorili. Un giocatore dotato di tanta fantasia, con un grande controllo palla e attitudine al dribbling. 63 presenze in azzurro e campione del mondo 1982. In alto i calici per uno dei calciatori più amati degli anni Settanta – Ottanta“.
  • sempre a centrocampo Sandro Mazzola “Uno dei migliori baffi italiani di sempre, con oltre 600 partite giocate tra club e nazionale, coprendo sia il ruolo di centrocampista sia di attaccante. Una leggenda del calcio italiano, ancora oggi orgoglioso dei suoi baffi! Un calciatore indimenticabile per una birra insostituibile”.
  • in attacco Pietro Paolo Virdis – “I baffi più famosi di tutta la Sardegna, i più celebrati dalla tifoseria rossonera. Un calciatore esuberante, capocannoniere nella stagione 1986-87, contribuì con i suoi gol a portare lo scudetto sotto la madonnina nel 1988. Birra Moretti celebra un vero goleador, sul campo ma anche sulla tavola!“.
  • sempre in attacco Roberto Pruzzo – “Quando i suoi baffi varcavano la trequarti avversaria, difensori e portieri iniziavano a tremare. Un giocatore simbolo della squadra capitolina, con 240 presenze e 106 marcature che gli valsero tre titoli come capocannoniere. Palla dentro per Pruzzo e Birra Moretti in frigo per tutti”.

Questo slideshow richiede JavaScript.