Sabato 10 Dicembre

Boxe – Jab, montante e spintoni: così Daiane Ferreira ha steso i suoi tre aggressori

Ascoltata dalla polizia, Daiane Ferreira ha svelato come effettivamente sia riuscita a mettere ko i suoi tre aggressori

E’ stata ascoltata dalla polizia Daiane Da Silva Ferreira, la pugilessa 28enne che venerdì scorso ha messo ko tre individui che cercavano di importunarla. Le autorità di Pordenone hanno aperto un’indagine per analizzare a fondo i fatti, dal momento che in Questura non è arrivata nessuna segnalazione di aggressione come invece riportato dai media. “La mia cliente è una vittima, è una donna che si è difesa, come tale è stata sentita in Questura” le parole del legale di Daiane, Domenico D’Aniello, presentatosi davanti agli inquirenti insieme alla sua assistita e a Gianbattista Boar, maestro della Kombat Gym di Fiume Veneto per cui è tesserata.

Il tentativo di aggressione — sottolinea poi Daiane — c’è stato, ma non sono intervenuti gli agenti e non ci sono testimoni dell’accaduto. In relazione al post su Facebook, ha precisato che si è creato un corto circuito di informazioni, che parlavano della presenza di Polizia e di testimoni sul posto, rivelatesi poi infondate“. Secondo quanto ricostruito, la pugilessa è stata aggredita alle spalle da tre persone la cui presenza è stata rivelata solo grazie all’abbaiare del suo cane. Da lì in poi si sono scatenati pugni e spintoni, con un jab Daiane ha steso il primo, con un gancio e un montante ha messo ko il secondo mentre per il terzo è bastata una semplice spinta. Un’azione caparbia e repentina che sicuramente indurrà i tre malcapitati a cambiare mestiere, quello di aggressori non fa davvero per loro!