Venerdi 9 Dicembre

Bertolacci&Florenzi, amici da… Play Station: quando un legame va oltre i colori

Andrea Bertolacci ha fatto visita ad Alessandro Florenzi dopo l’intervento al ginocchio, trascorrendo qualche ora giocando alla Play Station

Un amico è per sempre, come i diamanti. Forse pure un po’ di più. Roba di chimica, di sentimenti, di qualcosa che va oltre il valore economico. Scocca la scintilla e… voilà, il gioco è fatto. Tra Andrea Bertolacci e Alessandro Florenzi dev’essere andata più o meno così.

florenziEntrambi romani, entrambi cresciuti nelle giovanili giallorosse, entrambi con un cuore grande così. Amici per la pelle divisi dal lavoro, da un calcio che gira vorticosamente e che ha portato lontano dalla Capitale solo uno dei due, l’impavido Andrea che adesso veste la maglia rossonera. Milan da un lato, Roma dall’altro, in mezzo un’amicizia difficile da scalfire. Se ne siamo sicuri? Certo, basterebbe fare un giro sul profilo Instagram di Bertolacci per capirlo, soffermandosi in particolare sull’ultima foto postata dal centrocampista romano, in cui si scorgono Bertolacci e Florenzi uno accanto all’altro sul letto in cui è ricoverato il giallorosso.

LaPresse/Alessandro Fiocchi

LaPresse/Alessandro Fiocchi

Operazione perfettamente riuscita per Ale dopo l’infortunio di Sassuolo e immediata la visita dell’inseparabile amico che, per impegnare il tempo, ha acceso la Play e sfidato il suo ex compagno, cercando di fargli dimenticare i dolori post-operatori. “Insieme ne abbiamo passate tante e passeremo anche questa. Per un po’ non potremo incontrarci in campo ma potremo continuare a sfidarci, almeno alla #play! E magari pure dal parrucchiere. In bocca al lupo”. Parole importanti, parole che toccano, parole di un amico che ha dimostrato di esserci. Come dicevamo? Come i diamanti? Beh, non vi offendete, ma questo va davvero oltre…