Martedi 6 Dicembre

Bad boys e tanto altro: cinque sportivi a cui non ispirarsi

Scanpix/LaPresse

Da Mike Tyson a Diego Armando Maradona ecco tutti gli sportivi a cui non ispirarsi per condurre la propria vita

Potrebbero essere i protagonisti del film “Bad Boys” interpretato da Will Smith e  Martin Lawrence, ma non lo sono. Sono invece tutti quegli sportivi da cui prendere esempio sarebbe una cosa sbagliata. Sono quegli sportivi con uno stile di vita sfrenato e senza limiti. Grandi pasticci e gaffe memorabili, ecco chi abbiamo scelto per questa lista che menziona gli sportivi più cattivi ed insopportabili.

  • Mike Tyson – il pugile ha una carriera sportiva che ha pochi rivali nella sua specialità, proprio come ha pochi rivali per quanto riguarda la sua vita sregolata. Anche definito Iron Mike, il pugile ha ammesso di aver avuto una dipendenza da droga e alcool, è stato inoltre accusato di abusi sessuali e violenza domestica e definito uno dei più cruenti pugili di sempre. Tyson merita un posto di (de)merito qui.
Sipa USA

Sipa USA

  • Mario Balotelli – il calciatore che attualmente milita tra le fila del Nizza è noto per aver fin da giovanissimo messo in mostra un talento raro. Il problema di Super Mario è forse però quello di non essere mai riuscito a valorizzarlo davvero questo grande talento. Tanto che in “suo onore” è stato coniato il termine “balotellata” proprio per definire qualsiasi azione fatta senza usare la testa in modo coscienzioso.
LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

  • Ryan Lochte –  certo avrà anche conquistato 6 ori, 3 argenti e 3 bronzi olimpici, ma ha anche combinato un bel pasticcio a Rio 2016.  Il nuotatore aveva infatti raccontato di essere stato aggredito di notte in una stazione di servizio da alcuni sconosciuti che gli avevano puntato la pistola chiedendogli denaro, scoprendo infine che era stata tutta una bugia. Un vero e proprio Pinocchio da non imitare.
LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

  • Oscar Pistorius – la storia del paratleta sudafricano è nota in tutto il mondo. Lui è l’esempio di come da modello da seguire si possa diventare in poco tempo un prototipo da evitare. Accusato di aver ucciso la sua fidanzata a colpi di pistola, Oscar infatti è nell’occhio del ciclone della cronaca sportiva, am anche della cronaca nera.
LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

  • Diego Armando Maradona – il mito del calcio vivente, colui che per i napoletani è come un dio, è anche uno sportivo il cui stile di vita non è da imitare. Dipendente da cocaina Maradona ha anche debiti con il fisco e ha condotto una vita spericolata.
LaPresse/PA

LaPresse/PA