Sabato 3 Dicembre

Auto elettriche: le batterie a litio saranno realizzate con gli scarti della birra

Dall’Università del Colorado arriva una nuova  tecnologia che consente di produrre elettrodi per batterie dagli  scarti della birra

Il presente e il prossimo futuro saranno sempre più caratterizzati dal riciclo di sostanze e materiali capaci di dare vita ad un’ economia circolare e soprattutto sostenibile.  Dopo la notizia relativa all’utilizzo dei residui dei cerali proveniente dai birrifici, per la produzione del pane,  arriva dall’Università del Colorado una notizia altrettanto stupefacente.nissan leaf (5)

Un’operazione simile a quella precedentemente elencata è stata infatti sviluppata dai ricercatori dell’ateneo americano, ma con scopi del tutto differenti. Gli scienziati dell’Università sono infatti riusciti a sfruttare i rifiuti della birra per creare elettrodi per gli accumulatori al litio.

Questo processo è stato attuato puntando tutto sulla coltivazione della Neurospora Crassa, ovvero  un fungo ritenuto uno tra i più efficienti elettrodi naturali  per batterie al litio. Le ricerche hanno evidenziato che questo fungo trova come base ideale per la sua crescita proprio gli scarti generati dai birrifici. In questo modo si otterrebbe una grande disponibilità di materiale “grezzo” a bassissimo costo, da poter lavorare per poi ottenere come prodotto finale le batterie a litio da utilizzare per i veicoli elettrici.

Oltre ai vantaggi ottenuti in termini di costi, l’utilizzo di questa tecnica permetterebbe di diminuire in modo sensibile anche l’inquinamento derivato dalla produzione delle batterie.