Sabato 10 Dicembre

Allegri, retroscena Juventus: “vi svelo di quel ‘bonus’ che stupì tutti. Così riformerei il mercato”

LaPresse/Daniele Badolato

L’allenatore della Juventus, Allegri, si racconta in una lunga intervista dove svela anche alcuni particolari inediti sul suo arrivo in bianconero

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, parla Allegri – A tutto Max Allegri. L’allenatore della Juventus si concede in una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport, dove parla di presente, futuro e… passato: “arrivai qui sereno. La situazione era difficile, la squadra cambiava allenatore dopo una settimana di ritiro. Io volevo dimostrare che la società non aveva sbagliato. Ci sono solo tre allenatore che sono arrivati alla Juventus da una grande squadra: Capello, Trapattoni ed io. Ero tranquillo, sapevo di avere una grande squadra. Le racconto una cosa che non si sa: quando firmai il primo contratto con la Juventus chiesi se fosse inserito un bonus per la vittoria della Champions League. Pensavano scherzassi, invece siamo arrivati in finale”.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, parla Allegri – Allegri critica poi le attuali regole del calciomercato: “dura troppo. Non può durare 60 giorni, va chiuso il 15 luglio. In modo che in ritiro e nel precampionato i giocatori siano tranquilli e gli allenatore possano impostare la squadra cono chi ci sarà. Finestra di gennaio? Altra cosa assurda. Se ti arriva un giocatore a febbraio non hai neanche il tempo di fargli assimilare gli schemi di gioco. Quella finestra deve essere spostata a novembre”. Allegri parla degli obiettivi della sua squadra: “la Juventus è favorita per il raggiungimento di un obiettivo storico, il sesto scudetto. E poi vorremmo vincere la Supercoppa, la Coppa Italia. Non sarà facile nulla di tutto questo ma abbiamo il dovere e la possibilità di farcela. Per la Champions la sfida più dura è ora. In due partite, con il Lione, ci giochiamo la qualificazione. E’ una sorta di eliminazione diretta. Ma ho fiducia”.