Lunedi 5 Dicembre

Allegri, amarezza Juventus: “non pareggiavamo nemmeno giocando altri sei giorni. Sul gol di Pjanic…”

LaPresse/Daniele Badolato

Allegri commenta la sconfitta della Juventus contro il Milan e San Siro e ammette: “non avremmo pareggiato nemmeno giocando sei giorni”

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Allegri, amarezza Juventus – Uno stop inatteso. La Juventus si ferma a San Siro contro il Milan (era già successo contro l’Inter), sorpresa dalla prova di cuore, sostanza e organizzazione dei rossoneri di Montella. Locatelli segna un gol meraviglioso, Donnarumma compie un miracolo incedibile al 96’. Prima ancora il gol regolare annullato a Pjanic quando il risultato era ancora sullo 0-0.Voglio commentare la partita, certo dispiace che c’è stata confusione. Prima ce l’hanno dato poi tolto. Non chiedete a me chi ha deciso di annullarlo. Credo sia stato un gioco di squadra, ma non importa”, le parole di Max Allegri ai microfoni di Sky Sport nell’immediato dopo gara.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Allegri, amarezza Juventus – L’allenatore della Juventus ha provato a minimizzare la sconfitta, ma l’amarezza nelle sue parole è evidente: “è stata una partita dove abbiamo fatto una buona gara ma abbiamo subito due tiri e un gol. Primo tempo potevamo fare meglio, ma non era facile. Il Milan sta facendo ottime cose, hanno la cattiveria giusta. Poi nel calcio gli episodi vanno a favore e contro. Abbiamo perso, ma tutto questo non ci deve turbare, dispiace uscire sconfitti per la seconda volta, ma guardiamo avanti. Ma vista la serata di oggi, chiunque avrei fatto entrare in campo, potevamo giocare anche sei giorni ma non avremmo mai pareggiato”.