Giovedi 8 Dicembre

Vuelta Spagna 2016: oggi tappa per velocisti con possibilità di vittoria italiane

La sedicesima tappa della Vuelta di Spagna è un percorso adatto ai velocisti. Attenzione a Gianni Meersman, ma anche a Kristian Sbragli, Fabio Felline e Daniele Bennati

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Dopo le montagne di ieri e di sabato che hanno scombussolato la classifica (ma solo per i ritardi accumulati da Froome, Chaves, Contador e Valverde sul leader Quintana), oggi la sedicesima tappa della Vuelta di  Spagna è dedicata ai velocisti. La partenza è a Alcaniz e l’arrivo è a Peniscola. Il percorso sarà di 156.4 chilometri e si ha solo una difficoltà dopo 72 chilometri: un GpM di terza categoria lungo 3.4 chilometri con pendenze del 5.2% di media. L’Alto Castillo è l’unica vera ostilità di giornata. Quindi un percorso lineare che vedrà i big di classifica riposarsi; infatti la classifica, salvo imprevisti dell’ultimo momento, non dovrebbe cambiare. Per i velocisti una grossa occasione per mettersi in luce in questa Vuelta di Spagna. 

I favoriti di oggi saranno: Gianni Meersman, vincitore già di due tappe in questa Vuelta e soprattutto l’unico vero velocista della corsa spagnola; Nikias Arndt che potrebbe avere ancora la “sparata” giusta per centrare la volata; Jonas Van Genechten vincitore della settima tappa. Per gli italiani ci sono Kristian Sbaragli e Fabio Felline che si sono sempre ritrovati ben piazzati e mai vittoriosi. L’Italia dopo i successi di Valerio Conti e di Gianluca Brambilla vuole calare il tris, sperando anche in Daniele Bennati, che velocista non è, ma vuole vincere una tappa in terra spagnola.