Domenica 4 Dicembre

Vuelta Spagna 2016: al via la 13ª tappa, oggi percorso disarticolato

La tredicesima tappa della Vuelta di Spagna prevede un percorso molto disarticolato: prima parte pianeggiante e seconda parte con sali-scendi dove una fuga potrebbe andare a buon fine

LaPresse/Ferrari

LaPresse/Ferrari

La tredicesima tappa della Vuelta di Spagna è la prima delle due tappe che superano i 200 chilometri: la partenza è prevista da Bilbao e l’arrivo a Urdax Dantxarinea. 213 chilometri dove le fughe saranno grandi protagonista. La tappa vede una parte molto veloce, e poi, dopo 99 chilometri, il GpM di Alto Monte Igueldo di 5 chilometri con pendenze al 6% e poi Alto de Aritxulegi e Alto Aguina, poste dal chilometro 130 al 139esimo. Infine l’ultima parte con Puerto Lizaieta posta a 50 chilometri dall’arrivo con 7 chilometri di salita e pendenze al 4%. Una tappa che sarà molto tattica: solo nel caso in cui uno dei big partirà all’attacco della Maglia Rossa di Quintana ci sarà bagarre, altrimenti la fuga potrebbe andare a buon fine. Da tenere in grossa considerazione che lo scollinamento a 6 chilometri dal traguardo porterà selezione al gruppo.

Una tappa dunque per bassisti e per scalatori non da prime posizioni. In questi giorni Scarponi era sempre nel vivo dell’azione e lo stesso Felline ieri era giunto al traguardo nel gruppone regolato da Keukeleire. Attenzione al riscatto di Brambilla che dopo la figuraccia dell’Astana di ieri potrebbe riprendersi cercando una fuga da lontano. Potrebbe essere anche la tappa di Contador, oramai escluso dalla possibilità di vittoria finale.