Mercoledi 7 Dicembre

Vela, terminano i Campionati Nazionali Giovanili: quante sorprese a Trieste

Marco Massetti/AGnetwork/FIV

Conclusi a Porto San Rocco i Campionati Nazionali Giovanili di vela, ecco tutti i risultati

Si chiudono con la bora, quella vera con raffiche al di sopra dei 20 nodi, i Campionati Nazionali Giovanili in singolo, svolti a Porto San Rocco (Muggia, Trieste) tra il 3 e il 6 settembre. Quattro giorni di regate molto diverse, che hanno fatto provare tutte le condizioni: dalla lieve brezza molto “bucata” dell’avvio, al vento leggero e, appunto, alla bora del gran finale.

Marco Massetti/AGnetwork/FIV

Marco Massetti/AGnetwork/FIV

Come da previsioni l’ultimo giorno di gare è partito con cielo plumbeo e vento di direzione molto variabile per lasciare poi spazio alla pioggia e alle planate con le quali Optimist e Laser hanno chiuso in bellezza. In chiusura di questa lunghissima 10 giorni di regate iniziate con la Coppa Primavela a Trieste e concluse con questi Campionati a Porto San Rocco Marina Simoni, Presidente XIII Zona FIV, e Roberto Sponza, Presidente del Comitato organizzatore, commentano con gioia:«E’ stata una grande festa dello sport e in particolare della vela giovanile, di quei futuri campioni o di tutti coloro che in futuro diventeranno più semplicemente degli amanti del mare. Dobbiamo ringraziare le istituzioni, gli sponsor, i partner e gli oltre 400 volontari che hanno affollato le banchine, aiutandoci a rendere sicura la manifestazione. Ora ci aspetta la sfida del Campionato Mondiale ORC a luglio 2017 per i quali la macchina più che essere rodata e già stata testata ed ha dimostrato tutta la sua efficienza».

Optimist

Marco Massetti/AGnetwork/FIV

Marco Massetti/AGnetwork/FIV

Finalmente bottino pieno di prove per la classe Optimist, quella che aveva sofferto di più della variabilità meteo nei giorni scorsi. Tre prove che non solo rendono pienamente valida l’assegnazione del titolo, ma fanno entrare anche lo scarto del peggio risultato. Entusiasmante nell’ultima prova il duello a colpi di virate delle amiche triestine Luisa Penso e Irene Calici, con quest’ultima che taglia per prima la linea del traguardo, ma viene squalificata a causa della partenza anticipata. La classifica finale risulta essere la seguente: Marco Gradoni del Tognazzi Marine Village (10-1-1-1-(19)-3) batte il napoletano Niccolò Nordera del Reale Yacht Club Savoia (3-3-3-(13)-13-6), mentre spunta al terzo posto la prima femmina Gaia Falco (Circolo Vela Remo Italia; 4-(39)-14-8-2-14).

Laser 4.7 e Radial

Marco Massetti/AGnetwork/FIV

Marco Massetti/AGnetwork/FIV

Due prove terminate oggi da entrambe le flotte Laser, che portano a un totale di 8 regate completate per la definizione della classifica. Campione Nazionale giovanile della classe Laser 4.7 è Cesare Barabino (Yacht Club Olbia; 6-2-1-1-1-5-7-(13)), seguito da Riccardo Lister Arkwright (Club Nautico Pescara; 9-1-4-1-9-2-(ufd)-1) e Gabriele Ibba (Yacht Club Italiano; (24)-8-2-3-3-7-2-6). La protagonista delle scorse giornate Maria Giulia Cicchinè (CV Portocivitanova, 1-3-1-11-1-1-(bfd)-29), che sembrava avere in mano il Campionato è incappata in una giornata decisamente negativa e si deve accontentare del titolo femminile. Spettacolare la vittoria di Guido Gallinaro (Fraglia Vela Riva; 2-1-1-1-1-(3)-1-1) nei Laser Radial: se già ieri aveva inanellato una sequenza di successi, oggi non si è fermato, scartando un terzo come peggior risultato.  Nella classifica assoluta lo seguono  Carolina Albano (CDVM, 1-5-1-2-1-9-(ufd)-22), campionessa femminile, e Paolo Giargia (CN Varazze; 5-4-(ufd)-6-2-5-15-5).

Techno293 e RS-X Youth

Sono due le prove che mancavano alle tavole a vela per completare il massimo di 10 prove da correre ai Campionati Nazionali Giovanili e vengono chiuse con netto anticipo sul tempo limite delle 16. Tra i surf Techno293 Under 13 nessun competitor riesce a colmare in alcun modo il baratro che uno stellare Alessandro Melis (Windsurfing Club Cagliari; 1-1-1-1-1-(4)-1-1-1) ha creato alle sue spalle vincendo tutte le prove in mare, fatto salvo lo scarto. Nella lotta tra i “comuni mortali” Luca Franchi (Yacht Club Italiano; 3-(14)-3-10-3-2-2-2-6-7) agguanta l’argento grazie ai migliori parziali, ma a pari punti con Francesco Simeoni del Nauticlub Castelfusano (5-3-5-4-2-(7)-5-4-5-5). La prima femmina Sara Galati (CN Loano) si ferma a un passo dal podio ed è quarta assoluta. Alessandro José Tomasi (LNI Riva del Garda; 1-1-(9)-5-8-1-1-1-2-5) si laurea campione nazionale nella classe Techno293 Under 15 nonostante l’ottima rimonta di Davide Antognoli (Nauticlub Castelfusano; 3-2-5-2-1-3-(12)-8-1-1), che grazie alle due vittorie odierne si avvicina a un solo punto dal gradino più alto del podio.

Terza assoluta e prima femminile è Marta Monge (CN Loano; 4-6-(8)-4-4-2-4-2-3-4). Si conferma al primo posto nei Techno293 Under 17 il gardesano Nicolò Gatti (Circolo Surf Torbole; 1-1-1-1-1-(8)-7-2-2-1) che sopravanza la coppia di siciliani Giorgio Stancampiano (CC Roggero di Lauria; 2-3-2-2-3-(9)-4-3-1-4) e Federico Ferracane (SC Marsala; 4-2-3-(8)-2-2-3-1-5-3). Prima delle ragazze e sesta assoluta Enrica Schirru (Windsurfing Club Cagliari). La classifica degli RS-X Youth rimane invariata rispetto a ieri, sebbene in tarda serata fosse stata comminata una squalifica per OCS a Carlo Ciabatti. Matteo Evangelisti (LNI Civitavecchia; 2-1-(3)-1-1-3-3-1-1-3) è il nuovo campione nazionale 2016, seguito da Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari; 1-2-1-3-2-1-4-(ocs)-3-5) e Antonino Cangemi (CC Roggero di Lauria; 3-(4)-2-2-3-2-2-2-2-4), cui è mancata la soddisfazione di una vittoria di giornata. Giorgia Speciale (SEF Stamura) ha gioco facile a conquistare il titolo femminile.