Domenica 4 Dicembre

US Open – Serena Williams scottata dalla sconfitta: “numero 1? Non ne voglio parlare…”

LaPresse/Reuters

Dopo il ko nelle semifinali degli US Open contro Pliskova, Serena Williams non ha voluto commentare il sorpasso della Kerber al primo posto

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Ancora una volta Serena Williams è costretta ad arrendersi alle semifinali degli US Open. La tennista americana che già l’anno scorso era stata sconfitta da Roberta Vinci, quest’anno ha perso contro un’altra outsider, Karolina Pliskova. Tanto rammarico per la Williams oltre a dover abbandonare il torneo ha perso la prima posizione in classifica in favore della Kerber, anche se Serena ha preferito evitarae la domanda: “non voglio parlare del numero 1. Grazie”.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

La tennista numero 2 del ranking, fa un certo effetto scriverlo, ha invece commentato il match: “non ho giocato bene oggi, ho commesso un sacco di errori e non ho giocato come so. Penso che lei sia stata brava sotto ogni aspetto lei ha giocato bene e ha meritato la vittoria. È da tanto nel cirucito e da diverso tempo sta giocando molto bene”.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

La Williams, è apparsa un po’ affaticata e leggermente distratta, in molti hanno subito rintracciato il problema nella stanchezza del match precedente, ma Serena non ha voluto sentire ragioni: il problema non è la stanchezza ma un dolore al ginocchio sinistro. “Non dirò a me stessa che ero stanca. Non ero stanca dal match di ieri. Sono una professionista e gioco da oltre 20 anni. Se non fossi in grado di giocare dopo 24 ore da una partita non sarei nel tour. Quindi non ero assolutamente stanca, non è stato un match di 5 ore. Ho avuto grossi problemi al ginocchio sinistro, ma non è la stanchezza il problema, fosse quella farei dell’altro. Oggi non riuscivo a muovermi come avrei voluto e quando sei infortunato pensi ad altro e non a giocare e fare il punto. Oggi la mia mente era altrove. Ma è stato quello che è stato”.