Martedi 6 Dicembre

US Open – Murray cancella la delusione dopo la sconfitta: “per questo 2016 avrei messo la firma”

LaPresse/PA

Andy Murray ha preso bene la sconfitta in semifinale contro Nishikori: lo scozzese è contento del suo 2016 fatto di tante soddisfazioni

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Andy Murray è sembrato aver smaltito il nervosismo del match subito dopo la fine dell’incontro con Kei Nishikori, terminato con la vittoria del giapponese. Murray ha spiegato di non essere molto deluso per la sconfitta vista la grande stagione disputata fin qui, fatta di grande soddisfazioni e diverse vittorie importanti fra le quali Wimbledon e Rio2016. “Per certi versi non sono deluso ha dichiarto Murray nel post partita – Ovviamente avrei voluto vincere ma ho giocato bene ogni partita. Avrei voluto avanzare nel torneo ma non c’è stato niente da fare. Dopo che il tetto è stato chiuso non ho servito così bene, le condizioni di gioco erano diventate più lente e quindi rispondere era più facile. Non penso di aver perso la partita per come ho risposto. Ho brekkato abbastanza volte, è solo che non ho tenuto la battuta a sufficienza. Avrei certamente potuto vincere, ero avanti un set e un break, poi ho avuto delle opportunità nel quarto set. Ma ci può stare, negli ultimi mesi match così ne ho vinti tanti, contro Johnson alle Olimpiadi ero sotto nel punteggio, idem contro Fognini, a Wimbledon il match che mi vedeva opposto a Tsonga poteva andare da una parte o dall’altra. Quindi può succedere di perdere. Negli ultimi mesi mi sono spinto oltre il limite, sono orgoglioso di ciò che ho fatto. Se qualcuno prima di Wimbledon mi avesse detto che avrei ottenuto i risultati avuti quest’estate, c’avrei probabilmente messo la firma“.