Sabato 3 Dicembre

US Open – Boris Becker mette in guardia Djokovic: “Murray una minaccia concreta!”

LaPresse/Reuters

Boris Becker, Coach di Novak Djokovic ha spiegato come Murray possa essere una minaccia concreta per il suo pupillo già agli US Open

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Complice l’assenza per infortunio di Federer e i continui problemi fisici di Rafel Nadal, la nuova lotta in testa alla classifica ATP sembra ormai un affare a 2 fra Novak Djokovic ed Andy Murray. Lo scozzese sembra essere un serio candidato a spodestare un Djokovic che non sta vivendo il miglior momento della sua carriera, nonostante i tanti punti di vantaggio in classifica. Boris Becker questo lo sa bene e al sito tedesco “gulfnews.com”, parlando di Murray ha dichiarato:lo vedo pronto a mettere a repentaglio la supremazia di Djokovic nei prossimi tornei Slam. Il 2016 sembra essere un anno di cambio della guardia per il tennis maschile. Con Roger Federer fuori da Parigi e New York ed anche Rafael Nadal alle prese con problemi fisici, i Big Four sembrano essersi ridotti a Big Two con la crescita della rivalità tra Novak Djokovic ed Andy Murray”.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Becker ha inoltre spiegato il perchè di questo grande miglioramento di Murray: “quello che penso sia cambiato in Murray sono la maturità e la stabilità che ha raggiunto nella vita. Il primo grande spartiacque sono state le Olimpiadi di Londra seguite dalla vittoria degli Us Open nel 2012. Allo stesso tempo non ha vinto tanti Slam quanti avrebbe dovuto dal 2013.Wimbledon e la medaglia d’oro alle Olimpiadi però mostrano che al momento sente meno pressione ed ha più controllo sull’aspetto mentale”.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Di contro, da buon coach, Becker ha spiegato i recenti problemi di Djokovic: “ha ammesso di trascinarsi problemi al polso dopo Wimbledon. Non voleva dirlo, ma continua ad essere un problema per lui. Nonostante questo resta il favorito e il campione in carica, quindi si sta allenando sodo per proteggere i suoi titoli”.