Domenica 11 Dicembre

United-City, retrogusto al veleno: che attacco di Mourinho all’arbitro!

LaPresse/PA

Dopo la sconfitta nel derby con il City, l’allenatore dello Unted Mourinho punta il dito contro la direzione arbitrale

LaPresse/PA

LaPresse/PA

United, la protesta di Mourinho –I due tempi sono stati completamente diversi. Nel primo siamo stati sotto il livello necessario per giocare questa partita, soprattutto per quanto riguarda la velocità di pensiero. Abbiamo perso dei palloni facili e abbiamo permesso loro di recuperarli, pagando per i nostri errori. La ripresa è stata un’altra storia, siamo stati una squadra che ha avuto il coraggio, l’onestà e la dignità per inseguire con orgoglio un risultato che penso avremmo meritato“. Per Josè Mourinho il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto nel derby di Manchester che ha visto soccombere lo United per 2-1.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

United, la protesta di Mourinho – Lo Special One punta il dito anche contro l’arbitro Clattenburg, che non avrebbe concesso ai Red Devils almeno due rigori, uno per l’intervento di Bravo su Rooney e l’altro per un mani di Otamendi. Nel primo caso sarebbe stata anche espulsione, l’avessero fatto Fellaini o Rooney a centrocampo avrebbe tirato fuori il rosso e assegnato la punizione. In area è più difficile da fischiare e non ha voluto farlo. Il mani di Otamendi? Stava guardando la palla, era volontario. Non siamo felici di queste decisioni come non lo siamo del nostro primo tempo – torna poi a parlare della gara – Tre, quattro, cinque giocatori non ci hanno dato quello che ci aspettavamo. Ovviamente siamo i primi a essere delusi, abbiamo dato loro 45 minuti di vantaggio“. (ITALPRESS).