Domenica 4 Dicembre

Tutto pronto per Il Lombardia: la gara del ciclista duro e puro

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Manca pochissimo ormai a Il Lombardia, la gara amata dai ciclisti “duri e puri”

Domani c’è il Lombardia, che per chi ama il ciclismo è come dire che arriva “La Gara”. Per chi è digiuno di questa corsa, è chiaro che potrebbe incorrere in errori di valutazione. Come può essere “La Gara” se si corre nella Pianura Padana?

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Ecco, diciamo che in Lombardia c’è sicuramente la pianura produttiva e agroalimentariamente parlando molto ricca, ma ci sono anche, a corollario, a contorno, a cornice, molte montagne, dure da affrontare a dorso di bicicletta. Così, il ciclista “duro e puro” è più felice se vince Il Lombardia di un mondiale. Perché sa che Il Lombardia, fra gente che se ne intende, ha un valore enorme nella tua carriera, sportiva e umana. Madonna del Ghisallo, Colle Brianza, Valcava e via così. Quest’anno, due salite in più: Sant’Antonio Abbandonato e Miragolo San Salvatore. Il menù è ricco. La gara è sempre lei, La Gara. I partecipanti ne conoscono il valore. Tutti presenti al nastro di partenza. Domani c’è Il Lombardia.