Domenica 11 Dicembre

Tennis, McEnroe si ‘propone’ come coach di Nadal: “saremmo come Becker e Djokovic!”

LaPresse/Reuters

John McEnroe ha dichiarato che gli piacerebbe diventare il ‘supercoach’ di Rafa Nadal, come Becker con Djokovic

LaPresse/Actionpress

LaPresse/Actionpress

Ormai è quasi un must per ogni top player quello di aver un ex grande giocatore come coach. Ce l’ha Murray (Lendl), ce l’ha Djokovic (Becker), Nadal invece no. Rafa non ha bisogno del ‘supercoach’ o forse non ne ha ancora trovato uno all’altezza. John McEnroe dopo l’esperienza con Milos Raonic, ha velatamente avanzato la sua candidatura durante un’intervista. “Trovo che Nadal sia una grande persona, rispettabile e rispettata, un campione e un grande giocatore: è ovvio che i nostri stili di gioco non hanno nulla a che vedere, ma anche quelli di Boris Becker e Novak Djokovic non hanno nulla in comune fra loro, eppure…“, ha commentato McEnroe.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Alla domanda se pensa che Nadal possa vincerà ancora, McEnroe non ha avuto dubbi: Nadal è ancora un top player e se gli infortuni gli daranno tregua potrà ancora vincere molto. “Se penso che potrà vincere ancora? Certo, ma questo può essere valido se gli infortuni non lo bloccheranno – ha spiegato McEnroe – Quest’anno agli Open di Francia era vicino alla sua condizione migliore prima dei guai al polso, dunque il suo tennis è ormai legato direttamente alle sue condizioni fisiche del momento. Negli ultimi due anni non ha mostrato la stessa esplosività d’azione sul campo, e sull’erba non sembra trovarsi bene come qualche anno fa, tuttavia sulle altre due superfici rimane competitivo. Alcune delle ultime sconfitte sono giunte in maniera rocambolesca e non tutti riescono a spiegare la ragione di ciò”.