Giovedi 8 Dicembre

Rugby, domenica 2 ottobre scatta la serie A femminile: Padova chiamata a difendere il titolo

Ricomincia la serie A femminile di rugby, domenica 2 ottobre si scende in campo per dare la caccia al titolo italiano

Prende il via domenica 2 ottobre il Campionato Nazionale di Serie A Femminile, massima espressione del rugby in rosa. Diciassette formazioni si contendono il Titolo 2016/17. A difendere il Tricolore, conquistato lo scorso anno ai danni del Rugby Monza, il XV del ValsuganaRugby Padova che esordirà, inserita nel Girone 1, fra le mura di casa ospitando il CUS Pavia, sulla carta una gara tutta in salita per le lombarde. Nella stessa poule è inserita un giovane Treviso che riceverà il CUS Torino che lo scorso anno ha dimostrato di essere squadra coriacea, mentre la matricola Villorba farà il proprio esordio a Colorno, contro la squadra allenata da Cristian Prestera, che in un match pre stagionale ha addirittura battuto il Monza, a riposo al primo turno.

Il rinnovato Riviera ospita in casa l’altra matricola del girone, il CUS Ferrara, che dovrà mettere in campo tutta la determinazione possibile per arginare le padrone di casa, partite quest’anno con l’obiettivo della seconda fase. Due esordi nel Girone 2 con le matricole CUS Pisa e Montevirginio Rugby: la prima troverà sul proprio terreno di gioco il giovane e solido Cogoleto, squadra che lo scorso anno militava nel girone 1; la seconda – squadra laziale che ha raccolto alcune eredità dal territorio e che dopo anni di lavoro si affaccia alla ribalta della serie A – ospiterà il Bologna, orfano di quella Emy Williams che lo scorso hanno portò le rossoblù in semifinale.

Donne EtruscheCavalieri Prato è il primo derby della stagione, con la squadra di casa in leggero vantaggio, almeno sulla carta. Il Frascati Rugby Club, rinforzato grazie all’innesto di alcune giocatrici di valore provenienti dall’Artena Rugby Red Blu – vincitrice della Coppa Italia nella passata stagione –  va a far visita alleBelve Neroverdi aquilane per quella che si preannuncia fin da subito una delle gare più vibranti del girone. Per il terzo anno consecutivo le squadre che partecipano alla Serie A Femminile possono usufruire  della regolamentazione “Tutor Femminili”, che permette loro di utilizzare giocatrici di squadre che partecipano al campionato regionale, la Coppa Italia Femminile Seniores, che lo scorso anno ha coinvolto trentaquattro squadre e che ad oggi conta già quarantadue formazioni ai nastri di partenza.