Mercoledi 7 Dicembre

Roma2024, Roberto Fico attacca la Rai per aver dato spazio solo a Malagò

LaPresse/Fabio Cimaglia

Attacco pesante del presidente della Vigilanza Rai Roberto Fico alla Rai per aver concesso solo spazio al Presidente Malagò

LaPresse/Fabio Cimaglia

LaPresse/Fabio Cimaglia

Il presidente della Vigilanza Rai Roberto Fico (e membro del direttorio del MoVimento 5 Stelle) ha accusato la Rai di aver concesso un comizio al Presidente Giovanni malagò assumendo toni di propagando. Il pentastellato ha sbottato così sul proprio profilo Facebook: “il tema della candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024 dovrebbe essere trattato con la dovuta serietà, non come una chiacchiera da bar. Questo perché la scelta di ospitare un evento del genere può avere forti ricadute sul tessuto urbano e sul piano economico-sociale. La Rai, prima di altri, ha il dovere di dare conto della complessità del tema. Domenica scorsa, invece, è accaduto qualcosa che reputo non all’altezza del servizio pubblico. Alla “Domenica Sportiva” è stato concesso al Presidente del Coni Malagò un ampio spazio per diffondere le sue tesi e le sue informazioni sulle Olimpiadi, giudicate una grande opportunità, un evento dai costi bassi, irrinunciabile pena la grave perdita di credibilità del Paese. A tratti gli interventi di Malagò hanno assunto un tono politico-propagandistico. Tutto questo in totale assenza di un contraddittorio o semplicemente di qualcuno che fosse in grado di discutere dei dati e delle informazioni sciorinate dal Presidente del Coni“.

LaPresse/Jurek Kralkowski

LaPresse/Jurek Kralkowski

Ben altro dovrebbe essere il modo in cui la Rai si accosta al tema delle Olimpiadi. Anziché il monologo di Malagò, i cittadini si sarebbero aspettati – e si aspettano – un approfondimento serio sulle esperienze concrete e sulle diverse posizioni in merito ai costi e ai benefici di un evento del genere. Ho quindi rivolto un’interrogazione ai vertici della Rai per chiedere che sull’argomento le persone possano ricevere un’informazione completa e imparziale invece di subire una posizione unilaterale“.