Sabato 3 Dicembre

Roma 2024, Malagò esclude altre candidature: “non vogliamo percorrere questa strada”

LaPresse/Alfredo Falcone

Il Presidente Malagò è pessimista sulla candidatura dell’Italia alle Olimpiadi del 2028 se salta quella del 2024

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Il Presidente del Coni Giovanni Malagò è molto pessimista su una nuova candidatura italiana per le Olimpiadi se dovesse saltare quella di Roma per i Giochi del 2024. Nei giorni scorsi si parlava di una possibile candidatura di Firenze per le Olimpiadi del 2028, caldeggiata dal Sindaco Dario Nardella. Da poche ore anche Milano sta pensando di inserirsi nel lotto delle città per la candidatura olimpica anche se ad oggi non ci sono le condizioni per una simile candidatura. “Presentare una nuova candidatura per il 2028 se il comune di Roma non appoggia quella per il 2024? Nella vita tutto si può fare, ma credo di essere un buon conoscitore del Cio e mi sento assolutamente di escludere una candidatura, non solo per il 2028 ma per molti quadrienni a seguire. Tecnicamente e formalmente sarebbe possibile una candidatura per il 2028, è già successo in passato. Ma non vogliamo percorrere questa strada“, le parole del Presidente Malagò riportate dall’Ansa.

Ma le speranze sulla candidatura di Roma non sono ancora perse. Infatti lo stesso Presidente del Coni, a margine della conferenza al Forum Ambrosetti, ha dichiarato: “ho un impegno con il Sindaco Raggi, che di questo argomento, torneremo a parlare, alla fine delle Paralimpiadi. Intendo rispettare la data”, le parole riportate su ilfaroonline.it.

Ieri il presidente Maroni ha dichiarato: se Roma rinuncia, roberto maronicandidiamo la Lombardia e Milano alle prossime Olimpiadi del 2024 o, in alternativa, per il 2028. Penso a una Olimpiade ‘diffusa’, con i diversi sport protagonisti. Abbiamo le risorse per farlo, perché qui vengono spese bene. Se Roma dirà di no, siamo pronti a sostituirli. Milano viene prima di Roma per concretezza e capacità“, le parole riportate su Il Giorno.

Dunque si dovrà attendere l’incontro tra Malagò e Virgina Raggi sindaco di Roma per sapere il destino delle olimpiadi a Roma 2024 e delle altre candidature come Firenze 2028 o 2032 e Milano 2024 o 2028.