Sabato 3 Dicembre

Pogba-Juventus, ma quale tradimento! Raiola svela: “lavoravo da un anno per portalo via”

LaPresse/Spada

Mino Raiola torna a parlare del trasferimento di Paul Pogba dalla Juventus al Manchester United. E su Balotelli…

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

In occasione della presentazione di Mario Balotelli al Nizza aveva definito Jurgen Klopp un ‘pezzo di m…’ e a distanza di qualche giorno Mino Raiola non ha certo cambiato opinione. Intervistato dall’emittente inglese “Talksport”, l’agente italo-olandese non è meno tenero nei confronti del tecnico tedesco. “Mario era un giocatore del Liverpool e come tale meritava rispetto, che però da parte di Klopp è mancato. Più volte Mario gli ha chiesto di poter giocare un’amichevole perché ti puoi allenare quanto vuoi ma per mettere 90 minuti nelle gambe ti serve almeno un’amichevole. Klopp, invece, non lo ha mai preso in considerazione per 60 giorni. Non lo sto giudicando come allenatore, anche se non mi piace nemmeno come tecnico, ma doveva lasciarlo giocare“.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Quanto accaduto attorno a Supermario non impedirà però a Raiola di trattare in futuro col Liverpool. “Non ho bisogno di Klopp per i miei affari ma se un giorno volesse un giocatore che rappresento e volesse parlare con me, bene. Se invece non volesse parlare con me, dirò al mio giocatore di scegliersi un altro agente o farsi accompagnare da un avvocato. Non sarò mai un ostacolo per gli interessi dei miei assistiti ma questo non significa che devo stare zitto quando vedo che le cose non vengono fatte nel modo giusto. Per me non e’ problema trattare col Liverpool e offrire loro un mio giocatore ma se devo aver paura di dire quello che penso perché potrebbe rovinare gli affari, no, preferisco morire in piedi che vivere inginocchiato”.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Raiola è anche tornato sull’affare Pogba. “Ci lavoravamo da un anno o più – rivela – era un’operazione complicata, coinvolgeva più soggetti ed era difficile mettere tutti d’accordo ma ho sempre lavorato per gli interessi del giocatore”. Pogba è diventato il calciatore più pagato di sempre ma è un record destinato a essere infranto nel giro di poco. “Per come si sta evolvendo l’economia, specialmente in Premier League, entro 3 o 4 anni assisteremo a un’operazione da 200 milioni di sterline. Magari per un brasiliano, perché sono i calciatori che aggiungono qualcosa di speciale. Un talento che può essere definito come il nuovo Neymar o il nuovo Messi potrebbe costare fino a 200 milioni di sterline”. (ITALPRESS)