Mercoledi 7 Dicembre

Paralimpiadi Rio 2016, la paura di Martina Caironi: “è stato un incubo, stavo perdendo la protesi”

LaPresse/PA

Martina Caironi tra gioie e paure: l’azzurra racconta le difficoltà della gara dei 100m alle Paralimpiadi di Rio 2016 e la gioia per la vittoria

La notte italiana ha regalato grandi emozioni all’Italia grazie alle tre bellissime medaglie, tutte al femminile, conquistate alle Paralimpiadi di Rio 2016. Monica Contrafatto ha vinto un bellissimo bronzo nei 100 metri nella categoria T42, Arjola Trimi ha vinto la medaglia d’argento nei 50sl categoria S4, mentre Martina Caironi si è aggiudicata l’oro nella stessa gara della Contrafatto.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Una gara che ha però spaventato la campionessa italiana: “la gara è stata un incubo, a un certo punto ho avuto la sensazione di perdere la protesi, ho dovuto rallentare e ho temuto che la tedesca potesse superarmi“, ha infatti raccontato la Caironi dopo la vittoria. “Mi dispiace non aver fatto il record del mondo ma sarebbe stato brutto perdere questa medaglia. Mi sono tolta mille pesi, sapevo di rappresentare tanto per le persone che mi seguono e l’attesa e’ stata veramente dura“, ha aggiunto la portabandiera azzurra che sul podio non ha trattenuto le lacrime: “sono lacrime di gioia e di tensione, c’è dentro il peso e le tante aspettative di questi ultimi mesi“, ha concluso.