Lunedi 5 Dicembre

Pallavolo, Qualificazioni Europei 2017: Italia da favola, l’Austria si arrende 3-0

LaPresse/Sipa Usa

Seconda partita e seconda vittoria per l’Italia nel girone di Qualificazione agli Europei 2017, stesa senza problemi l’Austria

Secondo successo per la nazionale italiana femminile, che nelle Qualificazioni agli Europei 2017 ha battuto 3-0 (25-14, 25-12, 25-22). Come contro la Lettonia le ragazze di Cristiano Lucchi si sono imposte nettamente, trovandosi in difficoltà solo nel terzo set. Grazie alla vittoria Tirozzi e compagne hanno così raggiunto in vetta alla classifica del girone l’Ucraina, avversaria di domani nella sfida più attesa di questo week end. Con le gare di domenica si concluderà la prima fase della qualificazione, la seconda si disputerà invece a Montecatini Terme dal 23 al 25 settembre.

lucia bosettiTra le fila italiane molto buona la prova di Paola Egonu top scorer con 16 punti, bene anche Anna Danesi (7 p.). In difesa da segnalare la prestazione di Giulia Leonardi, autrice di alcuni bei salvataggi. Rispetto all’incontro di ieri il tecnico azzurro ha effettuato meno esperimenti, lasciando nelle prime due frazioni quasi sempre in campo la stessa formazione con le novità di Bosetti per Sylla e Leonardi per Parrocchiale. Nel terzo set, invece, hanno trovato spazio Malinov, Bonifacio, Guerra e Nicoletti. Come sestetto iniziale Cristiano Lucchi ha schierato Orro in palleggio, Egonu opposto, schiacciatrici Tirozzi e Sylla, centrali Danesi e Chirichella, libero Leonardi.

Il primo set ha registrato subito la fuga dell’Italia, spinta dal potente servizio di Paola Egonu che ha mandato in crisi la ricezione avversaria. Il vantaggio delle azzurre è cresciuto in maniera esponenziale sino al definitivo (25-14). Identico il copione della seconda frazione, la nazionale tricolore ha spinto sull’acceleratore sin dai primi scambi, mentre le austriache non sono mai riuscite a replicare ed hanno dovuto cedere nettamente (25-12).

Nel terzo parziale Lucchi ha operato diversi cambi, inserendo Malinov, Nicoletti, Guerra e Bonifacio. Con la nuova formazione l’Italia ha faticato a trovare il proprio ritmo ed ha subito per lunghi tratti il gioco dell’Austria. Sotto 18-13 Malinov e compagne, però, non si sono disunite e con pazienza hanno dato vita alla rimonta che ha chiuso la gara (25-22).

CRISTIANO LUCCHI: “Stasera era importante vincere e lo abbiamo fatto. Siamo partiti bene, disputando due buoni set, mettendo in campo tutto quello che avevamo preparato. Hanno funzionato sia la battuta che il muro-difesa. Nel terzo set ho ritenuto opportuno effettuare diversi cambi per tenere allenate tutte le ragazze anche in previsione della gara di domani. Dopo un buon inizio c’è stato un calo di tensione che ha permesso all’Austria di rientrare in partita, mentre noi siamo andati un po’ in confusione. La squadra, però, è stata molto brava a venir fuori da una situazione parecchio complicata. Adesso bisogna preparare al meglio la sfida con l’Ucraina, dovremo entrare in campo con il coltello tra i denti. Penso che la chiave sia sempre la nostra battuta, bisognerà metter pressione alle nostre avversarie e sfruttare meglio la fase di contrattacco”.

paola egonuPAOLA EGONU: “Sono felice sia per la prestazione collettiva che a livello individuale. Volevamo vincere assolutamente per presentarci nelle migliori condizioni alla sfida di domani, che sappiamo sarà la più difficile del torneo. Penso che sia molto positiva la reazione nel terzo set, perché dopo esser andate così sotto non era facile venirne fuori. Abbiamo commesso troppi errori, ma la squadra è riuscita a ritrovare il suo gioco e così abbiamo portato a termine una bella rimonta. Domani sappiamo che dovremo dare il massimo e non vediamo l’ora di scendere in campo”.

GIULIA LEONARDI: “Abbiamo disputato due ottimi primi set, tenendo sempre molto alta la concentrazione e di conseguenza mettendo tanta pressione alle nostre avversarie. Nell’ultimo set con la nuova formazione c’è stato un momento di difficoltà, ma alla fine siamo riuscite a chiudere sul 3-0 ed è quello che conta. Non sono ancora nel mio miglior stato di forma, però devo dire che in questo gruppo mi trovo molto a mio agio perché ci sono tante giovani e di sicuro la grinta non manca.Domani dovremo affrontare l’avversaria più ostica e sicuramente non potremo regalare niente, ma anzi dovremo fornire una prestazione di alto livello”.

RISULTATI E CLASSIFICA Pool A: Ucraina-Lettonia 3-0 (25-10, 25-14, 25-17), Italia-Austria 3-0 (25-14, 25-12, 25-22). Italia e Ucraina 2V (6 p.), Austria e Lettonia 0V (0 p.).

CALENDARIO 18 settembre: Italia-Ucraina ore 15, Lettonia-Austria ore 18.30.  Orari di gioco italiani.