Sabato 3 Dicembre

NBA, il rimedio di Steven Adams al trash talking di Garnett: “gli dissi che non parlavo inglese!”

Albert Pena/Icon SMI

Anche Steven Adams, a modo suo, ha voluto ricordare l’addio all’NBA di Garnett, raccontando un curioso episodio sul trash talking

Steven AdamsL’addio di Kevin Garnett all’NBA ha suscitato una grande reazione fra adetti ai lavori, compagni e anche avversari che nonostante subissero qualsiasi angheria in campo, in fondo in fondo, sentiranno la sua mancanza. Anche Steven Adams ha raccontato la sua speciale testimonianza con Kevin Garnett come protagonista. Adams ha addirittura spiegato come far fronte al temibile trash talking di Garnett, l’arte di far innervosire l’avversario a suon di insulti per fargli perdere le staffe ed avere un vantaggio psicologico su di esso. “Usai la carta del “no English”. Feci finta di non capire quello che stava dicendo, scusandomi del fatto che non sapevo parlare la lingua”, ha raccontato Adams che è di origini neozelandesi e l’inglese lo parla benissimo: una tattica geniale, partorita da una mente… geniale!