Sabato 10 Dicembre

Mourinho, cuore nerazzurro: “Champions con l’Inter? I segreti del mio folle viaggio”

Jonathan Moscrop

José Mourinho ripercorre quello che lui stesso definisce il ‘folle’ viaggio che ha portato l’Inter a vincere la Champions League

Jonathan Moscrop

Jonathan Moscrop

Mourinho-Inter, ricordo Champions – “Il mio ricordo più bello è la finale di Champions vinta con l’Inter“. José Mourinho non dimentica i suoi successi in nerazzurro, anzi piazza l’ultimo atto di Madrid contro il Bayern Monaco del 22 maggio 2010 al primo posto della sua speciale classifica. “Con il Porto – precisa il nuovo manager del Manchester United in un’intervista al ‘Daily Mail’ – se non avessi vinto nel 2004 sarei probabilmente rimasto ancora e l’avremmo vinta più in là, perchè avevo in mano una squadra forte e giovane. L’Inter invece è stata l’ultima sorpresa in Champions, se di sorpresa si può parlare. L’Inter era una squadra anziana, una squadra di gente che desiderava la Champions da un’intera carriera. Aveva subito delusioni su delusioni. Quella finale era l’ultima chance per Materazzi, Toldo, Zanetti, Cordoba, Cambiasso. Era ora o mai più. E’ stato un viaggio folle”.

Carl Recine

Carl Recine

Mourinho-Inter, ricordo Champions – Mourinho sottolinea che “il presidente Moratti era al comando da anni e non riusciva mai, mai. Lo stesso vale per i tifosi, visto che l’Inter non vinceva la Coppa da 45 anni. E’ stato il sogno che noi tutti cercavamo. Forse non io perché l’avevo già vinta. Ma per tutti loro…era l’ultima opportunità per coronare un sogno“. Con quel successo l’Inter ha di fatto chiuso un ciclo vincente: “Era la fine di una generazione”, precisa il portoghese, che poi fa un balzo verso il presente, dicendo che “è molto difficile per una squadra inglese imporsi in Europa: in questo Paese la Premier League verrà sempre prima della Champions League. In Inghilterra non puoi fare riposare i giocatori: se lo fai perdi in campionato“. (ITALPRESS).