Giovedi 8 Dicembre

MotoGp, Valentino racconta: “stavo per scegliere la F1. Il mio casco per Misano? Una figata!”

LaPresse/PA

Valentino Rossi il Mondiale perso, il casco per Misano e il bivio tra F1 e MotoGp

E’ tutto pronto per il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Domenica i piloti della MotoGp si sfideranno sul circuito di Misano davanti al pubblico italiano. Oggi si comincerà a respirare aria di sfide già durante la conferenza stampa dei piloti, mentre domani si accenderanno i motori con le prime sessioni di prove libere.

Subito dopo la conferenza stampa dei piloti, Guido Meda, noto commentatore di Sky Sport MotoGp, ha intervistato Valentino Rossi tra risate e caffè.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Io non è che dicevo che ero stanco a Silverstone, dicevo che all’inizio del campionato non ero pronto al 100% perchè dopo la battaglia dell’anno scorso e come è andata a finire è stato difficile prepararmi per il Qatar, non ero al 100% ho fatto degli errori, perchè tutte le energie che usi in una lotta punto a punto col tuo compagno di squadra le recuperi in un attimo se vinci il Mondiale, ma se lo perdi e male fai più fatica“, ha dichiarato il campione di Tavullia.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Nonostante i suoi 37 anni e i suoi tanti anni in moto Valentino spiega che le emozioni sono sempre le stesse: “succede tutto uguale a 20 anni fa, alle gare riesco a dormire 6 ore non di più poi mi sveglio, invece a casa di più anche se a casa son vecchio e non riesco a far come prima che ne facevo 15 o 16“, ha scherzato il Dottore.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Una stagione, quella 2016, strana e insolita, con tanti diversi vincitori nei Gran Premi finora disputati: “bisogna guardare bene a tutto e la cosa che ha fatto più differenza è stata la pioggia altrimenti non ci sarebbero stati tutti questi vincitori diversi e anche la centralina unica che ha livellato le performance di tutte le moto abbassando la Yamaha e la Honda che erano le più avanti, aiutando la Suzuki e le altre“, ha continuato Rossi che sulle gomme nuove poi dice: “stiamo bene con le Michelin, la gomma è bella da guidare e si può spingere forte, a me piacciono!“.

LaPresse/Simone Rosa

LaPresse/Simone Rosa

Adesso c’è la gara di casa, dove il Doc vuole far bene: “Misano è una pista completamente diversa da Silverstone ma è più facile di Silverstone, lì ci sono più trucchi e uno che la conosce può fare la differenza Misano è un po’ più normale. Bisogna capire se Vinales tornerà quello prima di Silverstone o se lui e la moto sono cresciuti talmente tanto per lottare e vincere in tutte le gare“, ha spiegato.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Un commento poi all’altra grande passione di Rossi, le auto, per le quali è molto portato: “negli ultimi anni soprattutto dal 2014 ho cercato di concentrarmi di più sulle moto e ho deciso di prendermi una pausa dalle macchine di non fare altre cose durante il campionato, penso che avrò il tempo quando finirò con la Motogp, il rally di Monza invece è alla fine del campionato quindi non ci sono problemi“, ha spiegato Valentino, ammettendo di aver pensato, tempo fa, di passare alla F1: “c’è stato un momento che era più andar in F1 che rimanere qui, c’è da dire che non sarei diventato subito un pilota Ferrari, avrei dovuto fare il test driver mi avrebbero messo in una squadra di bassa fascia avrei dovuto dimostrare di saperci fare e poi chissà, non credo che in F1 sarei mai riuscito a raggiungere gli stessi livelli della MotoGp

Infine Rossi non si sbilancia e non concede nemmeno un indizio sul suo casco per il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini: “sabato mattina il casco, l’idea di questa volta è figa“, ha concluso Valentino.