Domenica 4 Dicembre

MotoGp, Marquez spiega: “qui è impossibile essere amici. La rivalità tra Lorenzo e Rossi potrebbe aiutarmi?”

LaPresse/Costanza Benvenuti

Marc Marquez sincero: lo spagnolo della Honda non sa se la rivalità tra Lorenzo e Rossi possa aiutarlo o meno e soprattutto è certo che in questo sport è impossibile essere amici

I campioni della MotoGp sono tornati in pista questa mattina in Spagna, per la prima sessione di prove libere del Gp di Aragon.

Il più veloce è stato Marc Marquez, che in casa, davanti al suo pubblico, vuole ben figurare e tenere ben salda la sua leadership senza perdere preziosi punti.

Alessandro La Rocca/LaPresse

Alessandro La Rocca/LaPresse

A tenere banco però sono ancora i batti becchi tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo dopo il sorpasso del campione di Tavullia sul circuito di Misano. Una rivalità quella tra i due piloti Yamaha che potrebbe tornare utile a Marquez, o forse no: “mi può aiutare o danneggiare, perché con la rivalità cresce anche la competitività, sicuramente ora hanno più voglia di fare l’uno meglio dell’altro e, come si è visto, non solo per contendersi il secondo posto ma anche per vedere chi ottiene il maggior numero di vittorie”, ha spiegato il campione di Cervera.

valentino rossi marc marquezLo spagnolo della Honda poi torna a quanto accaduto lo scorso anno e alle conseguenze trascinate fino a qualche mese fa: “emotivamente mi ha colpito, ma in una certa misura. Onestamente, quando si ha la coscienza pulita non devi preoccuparti troppo, anche se è chiaro che la situazione non piaceva. Con la stretta di mano a Montmelò ho cacciato un peso fuori, non solo per me ma per tutti”.  “Ho imparato che gli amici qui sono pochi. Ci sono relazioni professionali, ma nelle gare e quando ci si gioca il campionato è impossibile essere amici. Abbiamo bisogno di essere conosciuti, avere un rapporto professionale, cordiale e rispettoso, ma alla fine ognuno si prende cura dei propri interessi”, ha concluso Marquez.