Domenica 4 Dicembre

MotoGp, lo chef Quarenghi rivela: “Rossi mai ligio alla dieta, Viñales mangia la pasta un attimo prima dei test”

Alessandro La Rocca/LaPresse

Lo chef Suzuki si racconta a Panorama, svelando e abitudini culinarie di Valentino Rossi, Lorenzo e Viñales

Un buon pilota ha bisogno anche di una buona… cucina. La penserà certamente così Michele Qaurenghi, primo chef del paddock, che riesce a deliziare in ogni week-end di gara palati di tutto il mondo.

Michele QuarenghiIngaggiato nel 2014 dal Team Suzuki Ecstar, il bravissimo “Mighelòn” (soprannome datogli dai colleghi-amici della scuderia) è entrato in MotoGp nel 2008 quando, spiega lui a Panoramaho conosciuto alcuni ragazzi che lavoravano nel circus e sono riuscito ad entrarne a far parte“. Prima la Kawasaki, poi la Yamaha, quindi la Ducati, per poi arrivare alla Suzuki, dove è approdato nel 2014. “Il mio segreto è la cura dei particolari, per esempio, parto dalla materia prima, non utilizzo prodotti già pronti. E nonostante i ritmi qui siano altissimi metto lo stesso impegno e seguo il metodo preciso che adotterei in un ristorante vero e proprio”.

LaPresse/Costanza Benvenuti

LaPresse/Costanza Benvenuti

Nel periodo alla Yamaha, Michele Quarenghi ha dovuto soddisfare i desideri di Lorenzo e Rossi, completamente diversi non solo in pista ma anche nelle abitudini culinarie: “Jorge sgarra di rado e sta leggero: mangiava quasi sempre riso e tacchino. Valentino, invece, non è particolarmente ligio alla dieta: pasta con tonno e piselli a pranzo e filetto a cena erano i suoi menù più frequenti”. Un po’ come Maverick Vinales, che in un’occasione “ha spazzolato una pasta all’amatriciana un attimo prima di montare in sella per i test. Con il ‘Dottore’, però, il rapporto negli anni è andato oltre: “siamo diventati amici e la domenica sera, dopo le gare, capita di vederci per bere qualcosa insieme. Anche Aleix [Espargaro] è fortissimo e Maverick si sta rivelando un bel tipo: resta un ragazzo introverso, ma ultimamente la confidenza è aumentata e si ferma volentieri con me a chiacchierare. Mi dispiace davvero che nel 2017 lasci il team”.