Domenica 4 Dicembre

MotoGp, Iannone svela: “mezz’ora dopo le FP1 non potevo girare il collo verso destra”

Andrea Iannone non correrà il Gp di Aragon, ecco i motivi della dolorosa scelta effettuata ieri dal pilota Ducati

Un venerdì complicato per la Ducati e Andrea Iannone quello trascorso ieri in pista ad Aragon. Nonostante l’ok dei medici, il campione di Vasto è stato costretto ad arrendersi al dolore conseguente alla brutta caduta di cui è stato protagonista durante le libere del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini.

Alessandro La Rocca/LaPresse

Alessandro La Rocca/LaPresse

Dopo aver effettuato la prima sessione di libere, Iannone ha deciso di non correre ulteriori rischi, spiegando la sua scelta in maniera amara ma al tempo stesso decisa. “Non è stata una decisione facile – le parole del ducatista riportate dalla Gazzetta dello Sport – ma, purtroppo, salterò anche questo GP. Nel primo turno di libere sono andato meglio del previsto, sono stato piuttosto veloce senza nemmeno cambiare la gomma posteriore: si poteva essere competitivi. Mezz’ora dopo la fine del turno, non potevo più girarmi verso destra: bisogna guardare in faccia la realtà, essere lucidi nelle decisioni.

iannoneNon disputare questa gara è la soluzione migliore per essere pronti per il finale di stagione: meglio sacrificare un GP, piuttosto che perdere gli ultimi quattro. Avrei potuto proseguire ricorrendo agli antidolorifici, ma così perderei sensibilità e lucidità, mentre io voglio essere perfettamente cosciente quando piloto una moto a 340 km/h. In qualche modo domenica avrei potuto correre, ma dopo 10 giri sarei stato costretto a calare il mio ritmo, su una pista dove però sento di poter essere competitivo: conoscendomi, avrei preso dei rischi inutili, pagando uno sforzo enorme per nulla”.