Martedi 6 Dicembre

Mondiale Motocross: Samuele Bernardini chiude la stagione in decima posizione

Samuele Bernardini chiude in ottava posizione il Gp di California, risultato che gli regala il decimo posto nel Mondiale di Motocross

Samuele BernardiniL’ultimo GP del Mondiale Motocross ha avuto come palcoscenico la mitica pista di Glen Helen, in California. Un tracciato velocissimo ma allo stesso tempo molto tecnico, dove un gran caldo ha messo a dura prova i piloti. Il fine settimana di Samuele Bernardini non è iniziato nel migliore dei modi, infatti durante il turno di prove cronometrate, a seguito di una banale scivolata un pilota ha letteralmente distrutto la sua TM. Bernardini è tornato ai box ed è rientrato solo negli ultimi minuti per cercare il tempo, ma non è riuscito ad ottenere un crono di rilievo. Successivamente, nella manche di qualifica Samuele ha rimontato qualche posizione chiudendo in 17° piazza.

Bernardini_MXGP_USAIn gara 1 non è partito bene e, dopo alcune curve, è rimasto coinvolto in una caduta di gruppo. Ripartito in ultima posizione il “Berna” non si è perso d’animo ed ha recuperato con un’ottima progressione fino alla 13° piazza. Nella seconda manche si è visto un grande Bernardini: partenza nelle prime posizioni e quinta posizione mantenuta per quasi tutta la heat, purtroppo a tre giri dalla fine è caduto e così ha terminato la sua gara in decima posizione. Samuele ha terminato il suo campionato in ottava posizione. Terminato il Mondiale, ora si concentrerà sul Motocross delle Nazioni a Maggiora.

Marco Ricciardi, Team Manager TM, commenta così la gara: la stagione è stata lunga e faticosa. Abbiamo lavorato fin dall’inizio dell’anno per stare nei primi dieci e questo ottavo posto ci gratifica di tutto il lavoro fatto; sarebbe potuta andare ancora meglio se solo avessimo avuto un po’ di fortuna nelle ultime tre gare. Vorrei ringraziare tutti i ragazzi sia in pista che a casa che hanno lavorato per rendere possibile questo risultato e Gastone Serafini: senza di lui tutto questo non sarebbe possibile”.