Giovedi 8 Dicembre

Mancini ‘gioca’ Inter-Roma: “meglio i nerazzurri, ecco perché! Totti? Gli farei solo un regalo”

LaPresse/Spada

Mancini presenta la sfida tre Inter e Roma: l’ex allenatore nerazzurro parla poi di Totti e Dzeko, attaccante da lui voluto al City

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Mancini presenta Roma-Inter – Doveva esserci lui sulla panchina nerazzurra, ma la tormentata estate dell’Inter ha fatto sì che Frank De Boer prendesse il suo posto. Roberto Mancini, in un’intervista rilasciata a Romanews.eu, non torna sull’avvicendamento con l’olandese, ma parla volentieri della sfida di domenica sera all’Olimpico, anche se le prime battute sono su Francesco Totti.Un regalo per i suoi 40 anni? E’ difficile, magari una regalo che non posso fargli io ma che potrebbe farsi da solo: quello di riuscire a battere il record di gol in Serie A visto che non è lontanissimo. Giocare fino a 40 anni è difficilissimo. E se Totti ci sta riuscendo è la dimostrazione del fatto che e’ sempre stato un professionista serio e ha sempre fatto una vita da atleta, altrimenti sarebbe impossibile giocare alla sua età”.

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Mancini presenta Roma-Inter Niente consigli al capitano della Roma per il dopo-ritiro. “Credo debba essere lui a decidere cosa fare quando sceglierà di smettere di giocare. Non è una scelta semplice, ma Francesco saprà prendere la decisione migliore“. Da Totti alla nuova Roma di Spalletti in cui milita anche Edin Dzeko.L’ho portato io al City dal Wolfsburg e per me è un grande attaccante. Ovviamente giocare in Italia non è facile per nessuno, quindi un anno di ambientamento forse ci vuole, ma sono convinto che quest’anno possa fare tanti gol, perché ha grandi qualità”– E si arriva alla sfida di domenica tra Roma e Inter. “Credo che l’Inter arrivi meglio alla gara dell’Olimpico – l’opinione di Mancini -, perché almeno in campionato arriva da due vittorie e un pareggio, per cui psicologicamente può stare meglio a meno che non accusi il colpo dopo la sconfitta di ieri in Europa League. Ma questa è una sfida sempre un po’ fuori dalle logiche perché si incontrano due grandi club. Per tanti anni Inter e Roma si sono giocate il campionato, è sempre una bella partita. Se sarò allo stadio? No, non sarò all’Olimpico”.