Sabato 3 Dicembre

Inter, De Boer al veleno su Kondogbia: “ecco il perché del cambio dopo pochi minuti”

LaPresse/Spada

De Boer attacca Kondogbia, l’allenatore dell’Inter motiva la scelta di sostituire il francese a metà del primo tempo

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Inter, De Boer non le manda a dire – “Potevamo far gol alla fine. Specialmente con Ranocchia. Lui ha giocato una grande partita e avrebbe meritato il gol ma non è andata bene. Abbiamo sbagliato la partita nei primi venti minuti; poi abbiamo giocato meglio e abbiamo creato parecchio, costruendo diverse occasioni da gol, ma non siamo riusciti a vincere. Ho visto comunque una buona squadra, che ha lavorato e corso tanto durante i novanta minuti“. Cosi’, al termine di Inter-Bologna, il tecnico dei nerazzurri, Frank De Boer. “Nel finale il Bologna, in contropiede, ci ha creato qualche problema ma, nel complesso, sono felice della prestazione della mia squadra. Dopo la mattinata abbiamo dovuto cambiare due giocatori, Joao Mario e Murillo, e un po’ di cose: forse questo ci ha un po’ disorientato in avvio di gara”, ha aggiunto l’olandese.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Inter, De Boer non le manda a dire “A inizio partita credo che avevamo un po’ troppa fretta. Poi abbiamo giocato con piu’ calma e abbiamo comandato il gioco, dal 20′ in poi. Gabigol? Non era facile entrare cosi’ oggi. Puo’ fare di certo meglio ma ha fatto un primo passo: solo felice per il suo esordio. La squadra voleva vincere: ho visto buone cose, penso che meritavamo i tre punti. Kondogbia? Questa mattina avevamo parlato di certe cose, lui non ha capito quello che gli avevo detto. Poi in campo ha continuato a non sentire le mie istruzioni e io ho fatto le mie scelte”, ha spiegato ancora Frank De Boer. Quando è uscito Banega, nell’ultimo quarto d’ora, abbiamo giocato più col cuore che con la testa. Abbiamo creato diverse occasioni ma anche il Bologna ci ha messo in difficolta’. Io invece vorrei vedere una squadra che controlla sempre la partita. Questo e’ mancato un po’ all’inizio e un po’ alla fine. Brozovic? I giocatori devono sapere chiaramente quello che stiamo facendo all’Inter e quando loro non capiscono io devo prendere le mie decisioni. Così ho fatto con lui e oggi con Kondogbia: devono capire che devono cambiare alcune cose”, ha concluso l’allenatore dell’Inter. (ITALPRESS).