Martedi 6 Dicembre

Furia Raiola: “Matuidi-Juventus? Che delusione! Ecco perché Balotelli ha scelto Nizza”

LaPresse/Spada

A tutto Mino Raiola: l’agente di Mario Balotelli spiega il perché della decisione di andare al Nizza, poi accusa il Psg sull’affare Matuidi-Juventus

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Da Matuidi a Balotelli, a tutto Raiola – “Matuidi? Sono molto deluso che il Paris Saint-Germain l’abbia tolto dal mercato. Abbiamo provato a riaccendere l’affare ma non c’è stato niente da fare. Possibile a gennaio? Anche i giornalisti dovrebbero prendersi una vacanza dopo il calciomercato”. Parola di Mino Raiola. A cui evidentemente il mancato approdo di Matuidi alla Juventus non è proprio andato giù.

balotelliDa Matuidi a Balotelli, a tutto Raiola – Il potentissimo procuratore parla poi, in un’intervista esclusiva a Premium Sport, della scelta di Balotelli di andare al Nizza: “c’erano molte alternative per Balotelli: una in Germania, due/tre forti in Inghilterra e una anche in Spagna, oltre a quelle italiane. Ma lui ha scelto questo ed è contento di averlo fatto, ci ha messo la firma lui. Non è un’ultima spiaggia, nel calcio si ha sempre l’occasione di rimettersi in gioco. Non abbiamo scelto Nizza per la bellezza del posto o per la mia vicinanza, l’abbiamo scelta perché il campionato francese è in crescita e l’allenatore è molto preparato.

mino-raiolaDa Matuidi a Balotelli, a tutto Raiola –abbiamo scelto Nizza per il progetto sportivo ed è lecito che possa sognare con lui. La Nazionale? Mario ci è molto legato, è sempre stato un sogno per lui vestire la maglia azzurra, ma oggi deve concentrarsi sul Nizza. Se in futuro la Nazionale avrà bisogno di lui sarà contento, altrimenti niente. Matuidi affare chiuso? Lui è molto deluso di esser stato ritirato dal mercato da parte del Psg, ora parleremo con la società e vediamo. Siamo sorpresi tutti per il ritiro della trattativa.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Da Matuidi a Balotelli, a tutto Raiola – Pogba e Ibra? Si trovano bene, sono in un campionato importantissimo e in una società grandissima: hanno ritrovato assieme una grande voglia di vincere. Ibra vicino al Milan in estate? Avevamo altri piani, l’Italia non se lo può permettere, nonostante il Milan sia la sua squadra del cuore in Italia e magari anche nel mondo: abbiamo sempre lavorato per il Manchester“.