Martedi 6 Dicembre

Fumetto&Pugilato: ecco come è nato il chessboxing

Quando la fantasia diventa realtà: ecco come è nato il chessboxing o scacchipugilato

Il chessboxing o scacchipugilato è uno sport combinato, che mescola la boxe e gli scacchi. Lo scopo di tale sport-gioco sarebbe, in soldoni, quello di dimostrare agli scettici che i pugili sono degli esseri umani dotati di intelligenza. Non riteniamo che debba essere lo scacchi-pugilato a dimostrare questa tesi, a noi basta pensare a gente come Muhammad Ali, Sugar Ray Leonard o Marvin Hagler. Ci piace però raccontare come è nato lo scacchi-pugilato.

downloadLo sport è stato ideato dall’artista olandese Iepe Rubingh, ed è stato ispirato dalla graphic novel Freddo equatore di Enki Bilal. Enki Bilal, (nome d’arte di Enes Bilalovic) nasce a Belgrado il 7 ottobre 1951, ed è uno dei più importanti, famosi e visionari fumettisti del mondo.
Nel 1980 realizza una delle sue opere più note, il fumetto La fiera degli immortali, prima avventura di una trilogia di grande successo, i cui successivi capitoli saranno appunto La donna trappola del 1986 e Freddo Equatore del 1992.
È in Freddo Equatore che compaiono la tavole in cui viene disegnato e proposto per la prima volta il chessboxing, detto scacchipugilato in Italia.
La fantasia, a volte, diventa realtà.